cropped-CA-logo.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Verso Atalanta-Everton: una sfida che parla olandese

ronald koeman

Un battesimo del fuoco dal sapore inedito, tranne per due. La sfida di domani sera (kick off alle 19) al Mapei Stadium di Reggio Emilia, che vedrà opposta l’Atalanta all’Everton nel girone E di Europa League, a livello di club è completamente privo di precedenti: le due squadre non si sono mai affrontate nemmeno in amichevole nel corso della loro storia. Né, del resto, l’organico a disposizione di Gian Piero Gasperini ha una qualche familiarità con gli avversari di turno, non risultando scontri diretti contro i Blues di Liverpool o il loro tecnico nel palmarès individuale dei giocatori. Tutti al netto di un paio, appunto, perché per gli olandesi del listone nerazzurro trovarsi di fronte Ronald Koeman sarà un deja-vu.

L’esterno Hans Hateboer, sotto le Mura dal gennaio scorso, è cresciuto nel Groningen, altro dato di cronaca in comune con l’allenatore connazionale che da difensore-goleador vinse sul campo due Coppe dei Campioni con PSV (1988) e Barcellona (1992) più gli Europei nell’annata d’oro a Eindhoven, e proprio in biancoverde ha affrontato in un’occasione il Feyenoord allenato da ‘Rambo’: in Eredivisie, in casa, il 9 marzo 2014, allorché la formazione di Erwin van der Looi dovette cedere il passo ai più quotati ospiti, a segno con Schaken e con il futuro laziale de Vrij.

Ben sette, invece, i precedenti diretti contro Koeman, tra l’altro fratello minore di quell’Erwin protagonista delle famose semifinali di Coppa delle Coppe nel 1988 tra i bergamaschi allora guidati da Emiliano Mondonico e il Malines che avrebbe poi vinto la competizione, del cavallo di ritorno Marten de Roon, di cui i più recenti proprio contro i Toffees e i più datati sempre contro il Feyenoord. Il mediano li ha affrontati in maglia Middlesbrough in Premier League a Goodison Park il 17 settembre dell’anno scorso (3-1, con autogol di Stekelenburg, Barry, Coleman e Romelu Lukaku) e al Riverside Stadium l’11 febbraio scorso con risultato a occhiali.

Ma il primo scontro con l’attuale manager evertoniano rimonta alla coppa nazionale olandese (la KNVB Beker) e al lontano 19 dicembre del 2012, da ospitante, in maglia Heerenveen (allenato dal suo mentore Marco van Basten) al cospetto dei biancorossi di Rotterdam: fu un 2-2 (Pellè, Gouweleeuw, Immers e l’attuale sampdoriano Djuricic), l’undici di Rambo passò il terzo turno ai rigori (7-6). In campionato il rimanente poker di rendez-vous de Roon-Koeman, con una sola affermazione delle Ninfee della Frisia, tra le mura amiche, il 30 marzo 2013 grazie alle reti nel finale di Finnbogason ed El Ghanassy. Un pareggio soltanto, a Rotterdam, il 18 agosto 2012 (Djuricic e Schaken), e quindi i due ko dell’8 dicembre 2013 (2-1 ospite, Boetius, Immers, autogol di van Beek) e del 16 marzo 2014 (2-0, Vormer e Immers). Negli sfidanti di giornata militano altri due compatrioti dello strano terzetto, Cuco Martina (originario del Curacao) e Davy Klaassen. Comunque vada domani sera, insomma, sarà quasi un affare di famiglia.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I voti post-partita di Atalanta-Verona. CARNESECCHI, voto 5: mentalmente sembra essere un po’ svagato già...

I tuoi giudizi per la gara di questa sera, relativamente al fronte nerazzurro.    

...
toure atalanta-verona
Le scelte di formazione non riservano particolari sorprese...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Gli USA pronti a ospitare le 32 squadre da tutto il mondo Nell’estate del 2025,...

Diretta tv, streaming e live testuale della partita che può valere la corsa alla qualificazione...

Altre notizie

Calcio Atalanta