Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Atalanta-Everton: tabellino e cronaca

Atalanta – Everton 3 – 0

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Palomino, Masiello (32’st Caldara); Hateboer, De Roon, Freuler, Castagne; Cristante (37’st Kurtic); Gomez, Petagna (34’st Cornelius). All. Gasperini.

Everton (4-2-3-1): Stekelenburg; Holgate, Keane, Jagielka, Baines; Besic, Schneiderlin (21’st Ramirez); Rooney (21’st Klaassen), Vlasic, Sigurdsson; Calvert-Lewin (31’st Mirallas). All. Koeman.

Arbitro: Bezborodov (Davchenko-Gavrilin).

Reti: 27’pt Masiello (A), 41’pt Gomez (A), 44’pt Cristante (A).

Note: ammoniti Masiello (A), Sigurdsson (E).

Ventisei anni di attesa, ma ne è valsa la pena. L’Atalanta formato europeo travolge l’Everton con il risultato di 3-0 e si regala una serata da sogno al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Partenza positiva per i nerazzurri, senza timori, anche se sono gli ospiti a creare il primo brivido al 13′, quando Rooney disegna un pallonetto morbido che si perde di poco alto sulla traversa. La risposta atalantina arriva al 26′: Masiello calcia a botta sicura in area, Stekelenburg è miracoloso a deviare in corner. Poco importa, perchè lo stesso Masiello si fa perdonare un giro di lancette più tardi sul calcio d’angolo seguente, risolvendo da grande opportunista sul secondo palo. I bergamaschi potrebbero già raddoppiare al 33′: Hateboer sfonda sulla corsia destra e libera il tiro, la difesa inglese se la cava con affanno. Masiello ad un passo poi dalla clamorosa doppietta al 34′: il portiere avversario dice no in uscita bassa. Troppo debole invece il tentativo di Gomez al 37′ che non crea grattacapi all’estremo difensore olandese. Il capitano argentino non fa una piega e al 41′ raddoppia da campione: destro a giro sotto l’incrocio dei pali e sfera in fondo al sacco. Atalanta sazia? Nemmeno per sogno. Al 44′ giunge infatti il tris: Petagna in versione assist-man, Cristante ringrazia e firma il 3-0 nell’angolino basso. Uno spettacolo a tinte nerazzurre e squadre che vanno al riposo. Ad inizio ripresa, dopo appena un minuto, Rooney ci prova, Berisha non si fa sorprendere e respinge. Sul fronte opposto, Gomez al 54′ calcia alto da posizione favorevole e fallisce la chance del poker. Al 56′ è Freuler a strozzare in gola l’urlo del gol, scheggiando la traversa dopo un appoggio intelligente di Petagna. Nelle fasi successive la Dea amministra il vantaggio senza soffrire, sfiora la quaterna con il neo entrato Cornelius nel finale e conquista i primi tre punti del girone. Everton in ginocchio. E’ tutto vero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News