Resta in contatto

Rubriche

Il doppio ex Ariatti: da calciatore a procuratore sportivo

Ariatti

Luca Ariatti, doppio ex di Atalanta e Fiorentina ci racconta in esclusiva del suo passato e del suo presente, da calciatore a pruratore.

Un confronto tra le due squadre che giocheranno domenica: Fiorentina-Atalanta.
“E’ una sfida tra due società che conosco molto bene avendo giocato in entrambe. Ho passato tre anni a Firenze e due a Bergamo. Credo che entrambe siano squadre che non sono partite benissimo ma che ultimamente sono tornate a esprimere un buon calcio e possiedono buoni organici”.

I suoi trascorsi nell’Atalanta e nella Fiorentina…
“Giocare nella Fiorentina per me è stato un trampolino di lancio in quanto sono partito dalla C2 e mi ha permesso di arrivare in Serie A e di avere il ruolo di capitano. Nell’Atalanta, invece, ho avuto la possibilità di crescere e maturare”.

Ricordi del mister e dei compagni di squadra…
“A Firenze sono stato 3 anni con la squadra che è cambiata di anno in anno. Ho legato molto con Riganò, il nostro attaccante e con il capitano Angelo Di Livio. Eravamo molto uniti anche perché ci conoscevamo da molto tempo, avendo fatto insieme il percorso dalla C2 alla Serie A. Per quanto riguarda i mister, invece, Emiliano Mondonico è stato l’allenatore che mi ha dato la fascia da capitano, mentre dell’Atalanta ricordo che eravamo un gruppo fantastico. Colantuono, che allenava la squadra, era all’epoca un allenatore emergente ma già in gamba e capace di gestire lo spogliatoio”.

Come ti vedi ora nel tuo ruolo di agente?
“Avevo cominciato l’Università a Firenze per diventare procuratore sportivo e ho deciso di finirla soprattutto per soddisfazione personale. Ho smesso di giocare abbastanza presto, all’età di 32 anni per fare il procuratore, che era il mio sogno. Devo dire che le cose stanno andando abbastanza bene. La mia agenzia, la Luca Ariatti Sport Management sta crescendo in maniera esponenziale perché siamo abili nell’individuare i giovani migliori nel mondo del calcio”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement
Arctos sports partners

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Colpa di Musso solo sua ci ha buttato nel cesso almeno 6 punti per essere indulgenti"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Il 67% di voi è soddisfatto della campagna abbonamenti

Ultimo commento: "Certamente sì molti " morti di fame" hanno la memoria corta ... vorrebbero nello stadio quasi nuovo entrare da portoghesi , non vi stanno bene i..."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Gosens aveva difeso il Papu. Aspettavano solo l'offerta giusta per cederlo"

Altro da Rubriche