Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Gasperini e il settebello: “Costruiamoci il futuro”

Guai a fare confronti: la parola d’ordine della vigilia by Gian Piero Gasperini: “A un certo punto della scorsa stagione vincemmo sei partite di fila, questo è un altro campionato. Abbiamo una buona classifica, adesso inizia un altro ciclo di ferro”. Al rientro dalla pausa, l’Atalanta va nella tana della Sampdoria e il suo condottiero non si fida.

Mister, l’anno scorso alla dodicesima avevate 22 punti. Vi mancano una vittoria e un pari.
“I calcoli e i paragoni sono inutili, stavolta è proprio tutta un’altra storia. Sennò dobbiamo pensare in quale situazione eravamo due o tre anni fa. È una partita contro una squadra vicina in classifica, partita molto bene in campionato nonostante lo scivolone di Udine. È difficile da affrontare, decisamente uno scontro importante: ha più ambizioni dell’anno scorso ed è ben costruita”.

Sono partiti in 14.
“Una metà buona era nelle giovanili, però. Casomai l’anomalia è che ci siano tanti giovani in prima squadra. Dopo una sosta c’è sempre qualche incognita. Avevamo finito bene con la Juventus e abbiamo voglia di ributtarci in campionato: vanno trovate subito la concentrazione e la mentalità giusta. Le convocazioni sono positive per i giocatori, dà loro motivazioni molto forti perché è sinonimo che hanno lavorato bene. Ne tornano arricchiti, è un’occasione per misurarsi in campo internazionale”.

La punta di diamante è stata l’ultima ad aggregarsi.
“Il più disagiato è stato Gomez che ha fatto più di venti ore di volo per rientrare giovedì, per la maggior parte hanno giocato e sono tornati in buone condizioni: sono tutti disponibili. Purtroppo Ilicic e Kurtic sono usciti dal mondiale”.

Settebello in tre settimane: dopo i blucerchiati, giovedì di coppa con l’Apollon, il Bologna il 22 e il Verona il 25 a Bergamo, quindi Udine, il ritorno in Cipro nel girone E di EL e la Spal.
“Si tratta di un filotto di impegni su cui possiamo costruire la nostra stagione. Può uscirne qualcosa sul nostro futuro. Toloi domani non è disponibile, speriamo per giovedì in Europa League. È sulla via della guarigione, con incontri così ravvicinati non ha senso rischiarlo: tenerlo fuori è più una precauzione che altro”.

Niente anticipazioni sulla formazione?
“Ci sono tutti al netto di Toloi, Schmidt che abbisogna di qualche settimana per recuperare dall’intervento al menisco e Melegoni che è con la Primavera. Ho ampia possibilità di scelta. Anche in prospettiva di giovedì”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News