Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

L’ex Bazzani: “La Spal può salvarsi”

Dal campo alla panchina il passo è stato breve per Fabio Bazzani. l’ex attaccante di Sampdoria e Lazio, ora è assistente di Serse Cosmi e appena può fa la spola da un campo all’altro del nostro paese.

Settimana scorsa è stato a Ferrara per osservare la squadra nelle quale ha militato nella stagione 2009/2010 contro il Genoa, sette giorni prima – invece – l’ha vista all’opera contro il Bologna e le impressioni sono state contrastanti: “La Spal a Bologna ha affrontato una squadra che in quel momento stava bene e che poteva giovarsi di un Palacio al top, che ha fatto la differenza: più sali e più ci sono singoli che sanno incidere in maniera determinante. Non è stata una bella Spal, ha sofferto il Bologna per buona parte della gara, ma ha avuto un grande merito: ha saputo riaprire la partita e tenerla in bilico fino all’ultimo. Contro il Genoa i biancazzurri hanno meritato di vincere, perchè sono stati più cinici. Erano in palio punti dal valore doppio: se non li conquisti, si complica. Queste partite vanno portate a casa, alla fine possono spostare gli equilibri, anche perchè nel girone di ritorno sarà dura conquistare qualche punticino contro le prime sei o sette della classifica. Dunque, è stato importante battere il Genoa“.

Bazzani si dice ottimista anche sulle possibilità di salvezza dei ferraresi: “Ha tutte le potenzialità per farcela. Se qualcuno, dopo il buon inizio, si era illuso che potesse essere facile, vuol dire che non conosceva la serie A: è dura anche per chi la frequenta da un po’, figuriamoci per una neofita – ha detto a Lanuovaferrara -. Il Benevento è condannato, la Spal se la gioca tranquillamente con le altre. In A ci stanno dei passaggi a vuoto, anche prolungati a causa delle forza delle avversarie. La Spal dopo tre ko di fila non ha perso fiducia ed entusiasmo, voleva e doveva battere il Genoa e c’è riuscita. Brava“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News