Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Quando il 12° uomo fa la differenza

“Nella buona e nella cattiva sorte”: l’apporto del dodicesimo uomo in certe partite è fondamentale, soprattutto quando la squadra perde.

Quella contro l’Apollon è stata una partita terminata con un pareggio che per l’Atalanta ha pesato come una sconfitta: una beffa all’ultimo minuto di gioco che ha strappato gli orobici dai sedicesimi di Europa League. Dopo la rabbia e la delusione iniziale però il popolo atalantino, ben ottocento al seguito della Dea a Cipro, ha saputo applaudire i suoi giocatori, incentivandoli a non abbattersi. La rosa nerazzurra ha ritrovato il sorriso davanti ai flash dei suoi sostenitori che all’aeroporto di Larnaca si sono solo complimentati con Gasp & Company facendo tornare la carica e il buonumore a staff e giocatori.

Il mister se lo aspettava e in effetti una prova simile i sostenitori atalantini l’avevano già data, dimostrando di essere ancora più vicini alla squadra dopo un risultato negativo: stiamo parlando del 7-1 maturato in casa dell’Inter il 12 marzo scorso, con i supporters nerazzurri a Zingonia a far sentire la vicinanza alla squadra di ritorno dal pesante KO milanese.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti