Resta in contatto

News

Auguri agli Espinal, i gemelli diversi

Due fratelli sono sempre due fratelli. Se poi sono gemelli, figurarsi i luoghi comuni. Ma il cordone ombelicale è un ricordo remoto, quando nel curriculum insieme ci sono solo le giovanili di Zingonia, vincendo la Coppa Italia Primavera (allenava Giancarlo Finardi, che oggi coordina il vivaio) al battesimo del fuoco col nuovo secolo. All’alba dei trentacinque mica hanno ancora staccato. Anche se il grande calcio li ha lasciati nel dimenticatoio, forse perché lontani anni luce dallo stereotipo dei fighetti coi tacchetti e l’immagine di plastica, il procuratore sempre pronto ad alzare il prezzo e la voce a mezzo stampa. Sono gli Espinal, di secondo cognome (quello materno) Marte secondo l’uso castigliano, non vengono da un altro pianeta ma da Santo Domingo e in prima squadra, con l’Atalanta edizione Giovanni Vavassori a cavallo dei due millenni, si sono soltanto sfiorati senza mai avere il piacere di farne una insieme.

Uno, José Elpys, fa l’attaccante, ala o seconda punta. All’Ospedaletti, nel Ponente ligure, campionato di Promozione, dove ha pure assunto la responsabilità del settore giovanile. Ma a quanto pare ha definitivamente appeso le scarpe al chiodo. L’altro, Vinicio Edwards, da mediano o laterale, per continuare a tirar calci al pallone tra i semipro s’è adattato da difensore centrale, un Toloi senza averne la zampona e i centimetri ma con una grinta che basterebbe la metà. E sverna alla Virtus Bergamo, nel girone B di serie D, appena dopo aver diviso campo e spogliatoio con Adriano Ferreira Pinto e Joelson al Pontisola, stessa categoria ma iniezione tripla di sangue nerazzurro.

Il carrierone non l’hanno mai avuto, ma pazienza. Per José l’esordio al piano di sopra coincise anche con l’ultima partita, il 17 giugno 2001 al fu “Delle Alpi” di Torino, di fronte la Juventus di Ancelotti – seconda dietro la Roma – che vinse 2-1 nella giornata di chiusura: al 79′, dentro lui e Bianchi per Morfeo e Nappi, che aveva ridotto le distanze dopo i gol di Trezeguet e dell’ex Tacchinardi. In precedenza, solo due comparsate in B prima della maggiore età, con Pescara e Chievo, giusto per poter dire ai posteri di aver partecipato alla risalita dagli inferi. Proprio in A Vinicio se ne vede aggiudicare tre di fila da titolare, dal 22 aprile 2001 di Perugia, un 2-2 come il successivo casalingo col Bologna, fino al famigerato 3-0 dall’Inter a San Siro quel 6 maggio 2001 in cui uno scooter rubato dagli ultras di casa finì giù dal secondo anello rischiando di finire addosso ai sostenitori bergamaschi.

Per l’Espinal multidimensionale ne sarebbero arrivate altre sei nella massima serie, di cui cinque dal kick off all’inizio del 2002, più quattro in Coppa Italia, di cui un paio dal 1′, nel ritorno dei quarti con la Juve (9 gennaio 2002, un 2-1 che non ribaltò il 4-2 di Torino) e nell’ultima annata bergamasca con la Samp. Di lì, un girovagare senza posa fra Taranto, Palazzolo, Monza, Crotone, Portogruaro, Pro Vercelli, Benevento, Venezia, Paganese (0 all’attivo) e Lecco. Nel mentre, il gemello diverso s’è smazzato Alzano Virescit, AlbinoLeffe, Saronno, Nuova Albano, Sapri, Sanremese, Novara, Gela, Cesena, Rovigo, Giacomense, Eupen (Pro League e Seconda divisione belga, 2010-2012), Verbano, Carlin’s Boys e Pietra Ligure. Nella nazionale dominicana, poker di presenze per il più altolocato (tutte nelle qualificazioni mondiali nel 2004 e 2011) e la metà esatta per l’altro. Senza sfiorarsi nemmeno lì. Tanti auguri.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Il primo abbonamento in nord E c'era lui Gusto Capello lungo e corsa da cavallo"

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Sono tifoso del Milan ma da due anni seguo l'Atalanta. Vorrei che il Milan fosse l'Atalanta. Se Atalanta e Milan giocano in simultanea guardo..."

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Anche io ho cominciato a seguire la dea in coppa delle coppe e da allora nn ho più smesso di seguirla nonostante le bufere di calcioscommesse. Mondo..."
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Ciao mister sono ambo amboni francesco mi hai allenato a Verdello in Eccellenza ti ricordi sei grande un abbraccio"
bonacina

Valter Bonacina

Ultimo commento: "Un vero tifoso della Dea sa perfettamente che si chiama "V"alter !!!"

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News