Resta in contatto

News

L’Atalanta e le trasferte sofferte

Una classifica dalle due facce quella dell’Atalanta 2017/2018 fino ad oggi: da Dea per quanto riguarda le partite disputate tra le mura amiche di quello che ormai è l’ex Atleti Azzurri d’Italia, e da dimenticare per le trasferte negli stadi ospiti. Nostalgia di casa o mancanza della casacca nerazzurra? Di certo non del tifo, sempre presente in ogni stadio d’Italia (e non solo).

16 i punti che la squadra nerazzurra ha totalizzato finora in classifica, di cui ben 14 guadagnati in casa. Quasi tutti praticamente. Gli unici due punti che la banda di Gasp è riuscita a strappare fuori Bergamo sono i  due 1-1: con il Chievo e con la Fiorentina.

Due pareggi con una rete a testa, molto diversi dagli ultimi due con l’Apollon e con la Spal. I primi infatti sono stati sentiti quasi come vittorie: nonostante il Chievo fosse una squadra da battere, il 17 settembre ci siamo trovati sotto con la rete di Bastien e solo a 5’ dalla fine il capitano è riuscito a mettere una pezza dal dischetto. Anche a Firenze, una settimana dopo, il gol del punto era stato centrato al fotofinish: la prodezza di Freuler al 49’ st ha pareggiato i conti con Chiesa.

Lontano il ricordo di questi pareggi in rimonta, si sono susseguite per la Dea solo sconfitte nelle gare fuori casa. Il pareggio dell’Apollon all’ultimo minuto è lo specchio del rendimento attuale: non un recupero come contro il Lione, ma un aggancio avversario che ci ha imitato nella beffa dell’ultimo secondo.

Ora all’Atalanta aspetta un’importantissima trasferta: quella a Liverpool con l’Everton, dove è d’obbligo almeno raccogliere un punto. Forse, sarebbe meglio farci scavalcare: sembra essere questa la scossa che serve all’Atalanta per pareggiare e, magari, anche vincere. Con l’Inter a San Siro non ha funzionato ma, se la magnificenza del Goodison Park non gli farà tremare le gambe, con la Coppa in testa tutto può cambiare. Anche su un campo a 1.707,0 km da casa.

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da News