Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Trasferte in A, una maledizione lunga sei mesi

Il 21 maggio a Empoli, con il gol del suo capitano Alejandro Gomez, l’Atalanta conquistò l’ultima vittoria in trasferta del campionato di serie A nell’anno 2017.

Sofferta, anche quella, nonostante il rendimento stellare dell’Atalanta nel corso dello scorso campionato. Quella vittoria consentì alla Dea di conquistare il quinto posto e il passaggio diretto in Europa League, che poi divenne medaglia di legno grazie al risultato della Lazio.

Una vittoria di misura, nonostante l’avversaria fosse nei bassifondi della classifica e infatti, la settimana dopo, retrocesse nella serie cadetta.

Eppure la squadra bergamasca, che aveva già la testa alla festa e al futuro internazionale, con due giocatori ormai nelle grinfie del Milan, soffrì fino al 90’ e con un po’ di fortuna portò a casa un risultato che ora, però, manca alla Dea da troppo tempo.

Sei mesi e tre settimane precise dall’ultima vittoria fuori casa: una maledizione che al Ferraris, con un’altra squadra a rischio retrocessione, può annullarsi in favore della Dea.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti