Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Vidovsek para, Barrow segna: 2-0 al Sassuolo in 10

Sassuolo– Atalanta 0-2 (0-0)
SASSUOLO (4-3-3): Marson; Cipolla, Piacentini, Pilati, Celia (20′ st Maffezzoli); Amadio, Diaw (1′ st Raspadori), Ahmetaj; Aurelio, Kolaj (33′ st Rizzi), Pierini. A disp.: Fasolino, Denti, Ferraresi, Marchetti, Piscicelli, Cataldo, Esposito, Vlas, Palma. All.: Felice Tufano.
ATALANTA (4-3-3): Carnesecchi; Del Prato, Alari, Bastoni, Migliorelli; Melegoni, Bolis (28′ st Zortea), Colpani; Kulusevski (13′ pt Vidovsek), Barrow, Mallamo (42′ st Elia). A disp.: Guth, Carminati, Salvi, Chiossi, Peli, Nivokazi, Rizzo Pinna, Zanoni. All. Massimo Brambilla.
Arbitro: Meleleo di Casarano (Maninetti di Lovere, Rondino di Piacenza).
RETI: 35’ st e 37’ st rig. Barrow (A).
Note: Vidovsek para un rigore a Pierini al 14′ pt. Ammonito Mallamo per gioco scorretto. Espulso Carnesecchi (A) al 13′ pt per fallo su avversario lanciato a rete. Corner 2-9, recupero 0’ e 3’.

Spezzano di Fiorano Modenese – Carnesecchi stende l’ultimo uomo e va alle docce dopo nemmeno un quarto d’ora, il suo rimpiazzo Vidovsek abbassa la serranda sul rigore altrui e Barrow la risolve con la doppietta nella ripresa che lo porta a quota 15 in classifica marcatori dopo 12 giornate da primato. La Primavera dell’Atalanta torna dalla tana del Sassuolo con l’ottavo successo in campionato che le vale la conservazione della vetta allungando pure sull’Inter (27 a 24) fermata sull’1-1 in casa della Lazio.

Nerazzurri a rischio di ko dopo 13 giri di lancetta, un tris più tardi del bersaglio fallito dal gambiano sull’angolo di Colpani: Pierini slalomeggia in solitario e l’estremo baluardo titolare è costretto a metterlo per le terre, ma il tiro dal dischetto è prontamente intuito dal suo sostituto. Prima della pausa spazio alla folata di Alari conclusa con un tiro-cross molle (28′), l’uno-due Mallamo-Barrow con palla a lato (32′) e l’incornata imprecisa del mancato bomber locale (42′) accarezzata dal traversone di Celia.

Decidono i due lampi nella ripresa, verso il finale, quando Migliorelli trova Barrow smarcato per il vantaggio e Melegoni costringe Ahmetaj al fallo per il penalty della sicurezza. Sempre a firma dello strepitoso e incontenibile numero 9, mentre dietro è Bastoni a fare buona guardia sul sinistro di prima intenzione del rigorista fallace (11′) accompagnato dal solito Celia. Di Mallamo (23′, squalificato sabato prossimo col Bologna, atteso alle 14.30 ad Azzano san Paolo) e Zortea (29′) le altre chances bergamasche più pericolose; di là Pierini (32’) riceve da Ahmetaj provando vanamente a sorprendere in acrobazia il portiere sloveno.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News