Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Bonaventura 2, Bologna 1: un posticipo che parla bergamasco

24 punti a 21, il posticipo domenicale di serie A premia il sorpasso rossonero nei confronti del rossoblù Bologna – da settimo posto: scavalcata anche la Fiorentina che ne ha 22 – in una sfida che ha molto di bergamasco. Di sangue, il dirimpettaio di Gattuso Roby Donadoni, di formazione calcistica il signor Bonaventura, che toglie le castagne del fuoco al Milan spadellandola gustosissima per ben due volte: danze aperte di destro, a rimorchio sull’asse Abate-Kalinic (11′) nella formula lancio-sponda arretrata, e chiuse a 14 giri di lancetta dal novantesimo grazie a un taglio di testa sul pallone dalla trequarti destra di Borini.

In mezzo, anche un po’ di Emilia: Destro scherza Musacchio (23′) servendo a Verdi a centro area il mancino dell’1-1 sotto l’incrocio; una volta sotto, secondo pari sfiorato da Taider, di testa, su cross di Masina (Donnarumma in corner) e dallo stesso terzino che colpisce da fuori la faccia superiore della traversa. Kessie, l’atalantino in prestito con obbligo di riscatto a giugno 2019, si agita parecchio senza venire al dunque: al 29′ si fa una cinquantina di metri lungo la corsia destra ma calcia debolmente sul primo palo, al 37′ la mette in diagonale per l’altro ex nerazzurro trovando l’anticipo di Torosidis, al 43′ si gira sul sinistro spalle alla porta dopo aver ricevuto da Kalinic alzando troppo la mira e 13′ dopo l’intervallo spreca sbattendo contro Nagy il dai e vai con Suso.

Milan – Bologna 2-1 (1-1)
MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Abate (14′ st Cutrone), Musacchio, Bonucci, Rodriguez; Kessie, Montolivo, Bonaventura; Suso, Kalinic (23′ st André Silva), Borini (38′ st Calabria). A disp.: Guarnone, A. Donnarumma, G. Gomez, Zapata, Paletta, Gabbia, Antonelli, Zanellato, Locatelli. All.: Gattuso.
BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Torosidis, Gonzalez, Helander, Masina (38′ st Petkovic); Nagy (19′ st Taider), Pulgar, Donsah; Verdi, Destro, Palacio (27′ st Okwonkwo). A disp.: Da Costa, Ravaglia, Krafth, Mbaye, De Maio, Maietta, Crisetig, Falletti, Krejci. All.: Donadoni.
Arbitro: Guida di Torre Annunziata (Lo Cicero-Tasso, IV Ros; Var Orsato e Martinelli).
RETI: 11′ pt Bonaventura (M), 23′ pt Verdi (B), 31′ st Bonaventura (M).
Note: corner 10-7, recupero 0′ e 4′.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News