Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

A Gandino nel 1964 la visita del Borussia Dortmund

Continuano gli intrecci tra Bergamo e Dortmund, ce n’è uno che risale al 1964 e lo rivela l’edizione odierna di L’Eco di Bergamo.

Nella primavera di quell’anno, infatti, il Borussia Dortmund arrivò a Gandino e fece visita allo stabilimento della Radici. Il motivo di quell’incontro lo spiega Maurizio Radici, vicepresidente di RadiciGroup e consigliere dell’Atalanta: «Ricordo quel giorno con grande emozione. Il Borussia venne a trovarci nello stabilimento di famiglia alla Manifattura Automatica Radici, che allora produceva nylon e tessuti all’avanguardia, per via delle relazioni di lavoro e di amicizia esistenti tra mio padre e un certo Rotman, dirigente del Borussia».

L’arrivo in val Seriana si inserisce nella trasferta milanese della squadra tedesca per la Coppa dei Campioni del 1964: il Borussia di mister Eppenhoff il 29 di aprile avrebbe giocato il ritorno della semifinale contro la Grande Inter di Angelo Moratti, allenata da Helenio Herrera. La partita finì con la vittoria dei nerazzurri per 2-0 (2-2 all’andata) e il passaggio in finale dove riuscì ad alzare la Coppa dopo aver battuto il Real Madrid 3-1.

Il quotidiano ricorda anche una coincidenza che si lega anche all’Atalanta: l’avversario che quell’Inter incontrò al primo turno fu l’Everton (0-0 in Inghilterra e poi 1-0 a Milano). 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News