Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Calciomercato

Attacco e difesa: Sarri vuol parlare spagnolo

Quando si riaffaccia una qualunque finestra di calciomercato, immancabilmente il mondo del pallone è scosso da voci che nemmeno gli spifferi di tramontana. Non fa eccezione il Napoli, prossimo avversario dell’Atalanta nel quarto secco a Fuorigrotta di Coppa Italia. Bisognoso di un attaccante esterno e di un terzino sinistro. Perché Callejon e Insigne non possono tirare la carretta da soli e lo stesso Dries Mertens, il falso nueve più famoso dell’orbe terracqueo, talvolta soffre di affaticamento da superlavoro.

C’è poi la solita tiritera su Faouzi Ghoulam, operato al crociato anteriore destro il 3 novembre scorso e sempre in bilico sulle cifre della clausola rescissoria, da 35 a 50 milioni secondo le fonti. Per il suo ruolo l’affare è già fatto: in estate arriverà dal Benfica il ventiduenne spagnolo Alejandro Grimaldo per 30 milioni di euro. Quanto alla punta deputata a colpire dalla corsia, il primo nome fatto dagli organi di stampa è quello dell’ambidestro (calcia perfino le punizioni con i due piedi) del Bologna Simone Verdi, il cui cartellino ne costa 25, ma a Maurizio Sarri piacerebbe di più uno che conosce il campionato italiano e crea immancabilmente superiorità numerica, quel Gerard Deulofeu che è stato nel Milan di Vincenzo Montella ed è perciò appetito anche dal Siviglia.

Il Barcellona, che ha deciso di virare verso Coutinho del Liverpool (annunciato per errore dalla Nike: prima della rimozione dal sito ufficiale, era possibile addirittura la personalizzazione della maglia blaugrana…), non potrebbe garantirgli spazio e visibilità, nonostante il contratto in scadenza a giugno 2019, ed ecco riaprirsi una possibile parentesi tricolore. Quanto al jolly del centrocampo Zinedine Machach, svincolatosi dal Tolosa e ufficioso già dal 20 dicembre scorso, è il primo nella lista dei movimenti di riparazione in uscita: in mezzo c’è abbondanza, per il ventunenne francese dopo le firme (anche ancora non ci sono) si spalancano le porte del prestito al Carpi in B o al Chievo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Calciomercato