Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Calciomercato

Verso il calciomercato: ecco il mercato invernale delle gestioni Percassi

Gagliardini

La sessione di mercato invernale è ormai alle porte e sarà interessante capire come si muoverà l’Atalanta, ancora in lotta sui tre fronti. Dando per scontato che non ci saranno cessioni illustri, bisognerà analizzare le mosse che Sartori e soci faranno, magari con qualche operazione minore oppure in prospettiva. Nel frattempo riproponiamo alcuni trasferimenti operati a gennaio sotto la gestione Percassi.

Gennaio 2011: con l’Atalanta in serie B e a caccia della promozione in serie A non mancarono giù importanti investimenti estivi. Ma al fine di centrare l’obiettivo Percassi si regalò Marilungo (pagandolo circa 5 milioni alla Sampdoria), Bjelanovic (dal Cluj), Gennaro Delvecchio (dal Catania) e lo svincolato Ferri e cedette Ardemagni (prelevato dal Cittadella qualche mese prima a suon di milioni) al Padova.

Gennaio 2012: dopo il ritorno in A, i nerazzurri si limitarono a puntellare l’organico con gli inserimenti di Stendardo (Lazio), Cazzola (Juve Stabia) e Carrozza (Varese), con Padoin che si trasferì alla Juventus per 5 milioni più bonus.

Gennaio 2013: uno degli inverni più attivi. Alla Dea arrivarono la giovane promessa Livaja (in comproprietà nell’operazione che portò Schelotto all’Inter) e gli esperti Scaloni, Budan, Brienza, Contini e Del Grosso. Il Levriero non fu però l’unico giocatore ceduto. Anche Peluso (Juventus), Ferreira Pinto (Varese) e Manfredini (Genoa) cambiarono maglia.

Gennaio 2014: quella del 2014 fu una di quelle sessioni meno movimentate. Arrivarono Estigarribia e Benalouane, oltre alla meteora Bentancourt dal PSV a fronte delle partenze di Marilungo e del giovane Gagliardini verso Cesena, Colombi e Ardemagni verso Carpi e altre di operazioni minori.

Gennaio 2015: la parentesi 2015 cavalcò l’onda del 2014 con i soli arrivi di Emanuelson (Roma) e Pinilla (Genoa) a fronte del rientro alla Juve di un inesploso Spinazzola.

Gennaio 2016: una delle campagne trasferimenti maggiormente movimentate, sia per il presente che per il futuro. Agli arrivi immediati di Freuler (dal Lucerna per 1,5 milioni), Djimsiti (dallo Zurigo), Borriello (Carpi), Diamanti (Guangzhou Evergrande), Gapke (Genoa) e il fine prestito di Gagliardini (che rimase comunque inutilizzato da Reja), si aggiunse quello di Petagna, prelevato dal Milan per circa 1 milione ma lasciato in prestito all’Ascoli fino a giugno.

Gennaio 2017: probabilmente la sessione di mercato con l’Atalanta grande protagonista sia in entrata che in uscita. Lavorando sul presente i nerazzurri ingaggiarono con un prestito di 18 mesi con diritto di riscatto Cristante (dal Benfica, ma nella prima parte di stagione a Pescara, con riscatto a circa 5 milioni), Gollini (dall’Aston Villa, riscatto fissato a circa 3 milioni) e l’olandese Hateboer, prelevato a titolo definitivo dal Groningen per circa 400mila euro; mentre dando uno sguardo al futuro si accaparrarono Mancini dal Perugia per 800mila euro, ma il difensore rimase in Umbria a concludere la stagione. Il tutto per rimpiazzare le partenze di Sportiello, con destinazione Fiorentina, Gagliardini (passato all’Inter in un’operazione da circa 28 milioni), Stendardo, Carmona e Pinilla, cui va aggiunta quella di Caldara, ceduto alla Juventus per 15 milioni più bonus ma con l’accordo che il centrale di Scanzorosciate sarebbe rimasto in nerazzurro fino a giugno 2018.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Calciomercato