Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Manolas avverte l’Atalanta: “Segniamo poco, ma sabato vinciamo”

“Quest’anno nonostante creiamo tante occasioni stiamo segnando poco. Ma abbiamo lavorato bene in settimana e dopodomani vogliamo tornare vincere”. Parola di Kostas Manolas, che di mestiere fa il difensore ma, da capofila del reparto meno battuto della serie A (12, ma c’è il match con la Samp da recuperare), non disdegna di parlare delle cifre della sua Roma nella casella dei marcatori, dove con 29 reti è allo stesso livello dell’Atalanta, avversaria di sabato che però ne ha prese ben 13 in più. “Schick e Dzeko non hanno un problema – ha rimarcato il greco a Sky Sport -. Sono due campioni che danno tutto in allenamento e in partita, i gol arriveranno”.

Manolas si è soffermato sul momento no dei giallorossi, condizionato dai ko con le torinesi tra campionato e Coppa Italia e dal risicato pari con i Mapei-boys di Iachini: “Dobbiamo ripartire perché ultimamente i risultati non ci sono. Con Genoa e Chievo abbiamo mancato la vittoria per sfortuna, col Torino abbiamo preso due gol evitabili, il primo tempo con la Juve non è stato all’altezza e col Sassuolo non abbiamo saputo chiuderla”. Concordia sulla strigliata di mercoledì a Trigoria di Ramon Monchi: “Il direttore sportivo ha ragione, chi non ha una mentalità vincente non può avere spazio con questa maglia”.

Per il compagno protagonista degli stravizi di Capodanno diffusi via web, poche parole che suonano come un’affettuosa tiratina d’orecchie: “Nainggolan sa che ha sbagliato e si è scusato, ma resta un calciatore importante e la Roma ha bisogno di lui”. Soddisfazione, invece, sul versante personale e sul reparto di competenza: “Sto provando a dare sempre il massimo e mettere tutto in campo, perché voglio vincere qualcosa qui anche se la scorsa estate ero a un passo dallo Zenit – chiude -. Dietro stiamo facendo bene, spero di continuare ad avere la migliore difesa del campionato”.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News