Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Roma-Atalanta in cifre: giallorossi primi… nei legni

Le ambizioni d’alt(issim)a classifica della Roma, quarta dopo il giro di boa e attesa alla sfida di un’Atalanta galvanizzata dal martedì di coppa da leoni? Ferme al palo. Letteralmente. Le statistiche della Lega Calcio di Serie A raccontano che la squadra capitolina finora occupa il primo posto soltanto di una graduatoria, quella dei legni colpiti. Ben 14 in 18 partite disputate, perché c’è quella con la Sampdoria da recuperare. I nerazzurri a questa voce partono surclassati dai padroni di casa: con la traversa di Gianluca Mancini di sabato scorso contro il Cagliari il totale ammonta a 3, con 1 subìto. Lupa superiore anche qui: ben 7 volte i confini fisici della porta le hanno impedito di soccombere.

I fatti del campo dicono anche che la squadra allenata da Eusebio Di Francesco mette più palloni dall’out di quella di Gian Piero Gasperini: 125 corner (seconda dietro l’Inter, a quota 158) a 98 (nona), 165 cross utili su 286 (terza dietro Inter e Chievo) contro 125 su 225 (decima). Anche gli assist si colorano di giallorosso, ma il gap nerazzurro è minimo: 67 a 64, quarta contro sesta, anche se i Gasp-boys ne contano uno vincente in più, 20 a 19. A dispetto di cifre così diverse, i palloni nel sacco sono 29 per ambo le contendenti, settimo posto ex aequo nel massimo campionato nazionale, anche se la media romanista è ovviamente più alta (1,61 a match contro 1,53) per via della gara in meno. Di testa non c’è confronto: 6 gol a 2 per la Bergamo pallonara (3 Cristante, 2 Caldara, 1 Masiello contro Dzeko e Pellegrini).

L’undici di stanza a Trigoria e all’Olimpico tira con maggiore frequenza, 248 a 220, ma nello specchio la sfera che rotola sull’erba è finita solo due volte in più dell’avversario di turno: 136 a 134. Sul piano della corsa, anzi del fondo, al contrario, a prevalere nettamente sono i bergamaschi, quarti nella specialità con 110,885 chilometri percorsi ad allacciata di scarpe (solo Fiorentina, Inter e Udinese fanno meglio), mentre la controparte è alle soglie della retrocessione virtuale con un modesto 106,902.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti