Resta in contatto

Rubriche

Nerazzurri in prestito, la B – Vido e gli altri, cilecca davanti

luca vido

Gli attaccanti atalantini in cadetteria e la cilecca, storia di un weekend lungo al riparo da soddisfazioni. Spesso, a risentirne, le rispettive squadre. Luca Vido fa molto movimento al servizio di Kouamé e Strizzolo (1-1 al 43′ sull’asse del crossatore Benedetti con il nuovo fenomeno d’importazione) ma di suo (colpo di testa a lato sul cross di Pezzi nel recupero del primo tempo) non ci prende: il Cittadella (38) ne busca tre in casa da Puscas (11′ da Calderoni, 56′ e 95′ di fronte, accarezzata da Moscati) e dal Novara, il bassanese cede le armi a Chiaretti (68′). Gaetano Monachello si vede poco e lascia al figlio d’arte Simone Ganz (77′, palla di Buzzegoli) il gol della bandiera di un Ascoli sempre penultimo (23), battuto a domicilio dall’Empoli co-capolista (15′ Krunic, 56′ Ninkovic) nel lettone a due piazze col Frosinone.

Guido Marilungo dal canto suo ne combina una grossa regalando il disimpegno a Geijo che al 2′ imbocca l’1-0 a Pinato del Venezia, mentre il suo cambio (dal 37′, attriti con mister Fabio Gallo; Matteo Pessina subentra a Mora in mezzo al 77′) Forte entra in gioco aereo nella mischia da calcio d’angolo del 67′ che propizia il tap-in di Granoche per il pareggio interno dello Spezia (34) grazie anche alla presa difettosa di Audero. Christian Capone, infine, rimane a guardare nel successo di misura del Pescara (34, -2 dai playoff) che schiera titolare il solo interno Luca Valzania e insacca su punizione a giro con Brugman (80′) sul palo di Boris Radunovic: Salernitana (30) nervosetta, il tecnico Stefano Colantuono allontanato per proteste al novantesimo.

Bryan Cabezas, Anton Kresic e Salvatore Molina vs Fabio Eguelfi, Simone Emmanuello, Nicolò Fazzi ed Emanuele Suagher – La straZingonia tra Avellino (30) e Cesena (28) è un capitolo scritto solo da Molina, interno destro del 3-5-2 di Novellino, e Fazzi, basso a sinistra nel 4-4-1-1 di Castori. In panchina gli altri. Il centrocampista rimedia il giallo per un tackle su Laribi al 29′, i locali passano al 90′ con il rigore di Moretti (fallo di Donkor su Falasco) e sull’ultimo corner di Schiavone vengono beffati di testa da Cacia su torre di Esposito.

Alberto Almici e Michele Canini – Sempre presenti sulla destra (ammonizione al 53′ per aver steso Garritano) e nel cuore della retroguardia della Cremonese (37), che si fa raggiungere a Carpi dopo un match movimentato. Al quarto d’ora Ujkani para a Giorico un penalty (trattenuta di Castrovilli su Garritano), il terzino serve Scamacca che manca l’impatto (25′), Scappini trova la porta grazie alla palla di Renzetti (32′) e Melchiorri pareggia (71′) sull’asse Garritano-Malcore dopo un borseggio a Cavion senza che il difensore bresciano lo riesca a chiudere in extremis.

Alessandro Santopadre – Può soltanto sognarsi il posto tra i legni di Leali, che di suo subisce l’1-1 al “Tardini” dal Parma dagli 11 metri (Ceravolo all’83’, contatto Magnani-Da Cruz sulla linea di fondo) dopo il rompighiaccio del Perugia (31) con il cabezazo di Cerri al 61′ su cross di Mustacchio.

Mario Pugliese – Minutaggio zero per il jolly di centrocampo del ’96 nello scontro diretto da occhiali per la salvezza della Pro Vercelli (25) terzultima contro il Brescia.

Giuseppe De Luca – Si fa notare al 27′ per la carica al portiere della Ternana Plizzari, ma la sua Virtus Entella (27, limite dei playout) sbanca il “Liberati” senza di lui (rimpiazzato da Aramu al 67′): dopo due pali (anche dell’ex nerazzurro Defendi) e due traverse dei rossoverdi, La Mantia a due dal novantesimo punisce un liscio in svettata di Valjent.

Davide Agazzi – Seconda assenza di fila per la mezzala di Lallio, sotto affaticamento muscolare, nella big surprise firmata Foggia (31) del posticipo del lunedì nella tana del Palermo. I rosanero vanno avanti al 65′ col redivivo Nestorovski, presunto obiettivo di mercato di Sartori e Gasperini, ma in capo a un poker di cronometro rimangono in dieci per gioco violento di Coronado su Gerbo finendo per farsi rimontare da Duhamel (75′) e Kragl (84′) su schema da fermo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Campione indimenticabile x noi interisti. Sembrava avere un fisico non atletico ma in realtà possedeva una grinta ed una energia che ne facevano un..."

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Ultimo commento: "UNICO VERO CAPITANO..ULTIMA BANDIERA GRANDE GLEEN BEI TEMPI IN CURVA NORD...FOREVER ATALANTA"
Advertisement
gollini

Cedere Gollini, Sportiello o entrambi? i tifosi hanno pochi dubbi

Ultimo commento: "Di cosa parli? Oggi trovare un terzo portiere disposto a fare panca per sempre in serie A è difficilissimo, visto che magari in B prenderebbero molti..."
Gollini

Quattro nomi per il dopo Gollini: chi preferite come portiere?

Ultimo commento: "Premetto che non ho mai giocato a calcio, ma vedere Gollini a 7-8 metri dalla Pisani durante le partite mi dava un senso di sicurezza! ...ho visto..."
Tomiyasu

I nomi per il mercato di rafforzamento: da Musso a Zappacosta, chi vorreste all’Atalanta?

Ultimo commento: "No no va benissimo così anche lui quando è arrivato non era quello di oggi certo dispiace ma ve lo ricordate contro il Napoli ebbene che ben vengano..."
atalanta

SONDAGGIO – Ti piacciono le nuove maglie dell’Atalanta?

Ultimo commento: "Fatti vedere da uno psicologo. Devi avere avuto in infanzia difficile. Molto difficile!"

Altro da Rubriche