Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Gasperini al Club di Sky: “La Juve contro il Totthenam prima o poi dovrà fare la partita..”

Ospitata di livello ieri sera per Gian Piero Gasperini, che era presente alla trasmissione di Sky Sport Sky Calcio Club, l’approfondimento della domenica sera che il colosso di Murdoch dedica al weekend calcistico.

Il tecnico di Grugliasco ha toccato diversi temi, soffermandosi sul momento della squadra: “Abbiamo tre punti di distacco, abbiamo lo scontro diretto in casa contro Sampdoria e Milan, in questo periodo è importante rimanere agganciati a loro perché abbiamo molte partite con squadre importanti. In questo momento ci vorrebbe più respiro per preparare queste partite”.

Su Ilicic e Gomez dice invece: “Ilicic ha più cattiveria, gliela ha portata il gruppo. Io l’ho avuto a Palermo, era un giocatore che andava a corrente alternata e non aveva gli stimoli di Bergamo. Adesso è diventato un trainante. Gomez? Si è dovuto fermare un paio di volte. Ha fatto meno gol, perché va meno dentro l’area. Rimane un giocatore fondamentale. Può giocare nelle migliori squadre”.

Sul ruolo del ct si è così espresso: “Nazionale? È un riferimento per la nostra generazione. È un ruolo dove hai responsabilità enormi, ma poca possibilità di incidere. Fai fatica di portare qualcosa di tuo.”

Piccole critiche sull’atteggiamento della Juventus nel match di martedì scorso contro il Totthenam: “La Juventus, prima o poi contro il Tottenham dovrà fare la partita perché dovrà vincere. Il punto debole degli inglesi è la difesa”.

Lunghezza d’onda simile, più o meno, anche nell’analisi del momento dell’Inter che allenò per qualche mese nel 2011: “È il filo di gioco che ti può risolvere i problemi. Quando c’è la squadra che sa quello che deve fare. Devi essere concreto e efficace. L’Inter era tutto questo, aveva la qualità dei giocatori. Quando ti attacchi al giocatore però è molto rischioso. Il giocatore ti può risolvere qualche episodio, ma alla base della squadra va sempre ricercato il gioco”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News