Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Sandro, contro la Dea può essere l’arma letale?

L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport sottolinea come – al di là del gol che deciso l’ultima gara contro il Torino – Alex Sandro sia cresciuto sotto svariati aspetti, con le cifre pronte a dimostrarlo. Oltre alle reti e agli assist (3)  è tornato a essere prezioso nella doppia fase: per cross, occasioni create, palle recuperate e dribbling. In un periodo delicato dove l’infermeria bianconera ospita gran parte delle pedine importanti, Sandro potrà essere uno di quelli in grado di fare la differenza in questa fase delicata di stagione tra Champions e i due incontri ravvicinati con l’Atalanta. 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News