Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

San Pellegrino piange Davide prima ancora che il calciatore Astori

Davide Astori è stato un difensore di alto livello, ma soprattutto un ragazzo semplice, cresciuto nella tipica famiglia bergamasca fatta di valori solidi e principi sani. Forse per questo era tanto legato alla sua terra e in modo particolare a San Pellegrino, paese nel quale ha mosso i primi passi da calciatore e a cui era molto legato.

Nel paese oggi tutti piangono il loro Davide. “Era un esempio per i tanti ragazzi del vivaio, un professionista esemplare. Serio, sorridente, responsabile – ha detto Stefano Tassis, assessore al Turismo e direttore sportivo del San Pellegrino sulle pagine de L’Eco di Bergamo -. Qui ha fatto i Pulcini e gli Esordienti, poi è andato al Ponte San Pietro, fino ad arrivare al grande calcio“.

È un dolore forte per tutta la comunità – aggiunge il parroco di San Pellegrino don Gianluca Brescianini -. Tutto in paese s’è fermato, giustamente. Cercheremo di stare vicini alla famiglia, per questa vita spezzata troppo giovane“.

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News