Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Gasperini: “Per raggiungere l’Europa ci serve il miglior Papu”

Mister Gasperini ha da poco concluso la conferenza stampa in vista della sfida di domani allo Stadium con la Juventus

 

Le prime considerazioni del tecnico atalantino sono rivolte ai bianconeri: “Sarà una partita difficile, la Juve ha il morale a mille per essere tornata in testa, ma se riuscissimo a fare risultato ci avvicineremmo a chi ci sta davanti. Dobbiamo giocare con altrettanta attenzione e concentrazione messa nell’ultima partita contro di loro in coppa, sapendo che stavolta abbiamo due risultati su tre. Il nostro interesse è cercare di fare punti su un campo difficilissimo per la nostra classifica prima di tutto”.

Sul momento dell’Atalanta ha detto: Arriviamo bene a questa partita: la vittoria di Bologna è una bella iniezione di morale e fiducia e ha migliorato la nostra classifica“.

Sugli infortunati e Gomez: “Caldara lo portiamo in campo e verifichiamo. Ci sono acciacchi di Rizzo, Bastoni, Gomez, che ha un risentimento alla coscia, e Petagna. Il Papu ha avuto episodi sfortunati contro il Borussia e la Juventus in Coppa Italia: se fossero entrati quei palloni si direbbe di lui come campione straordinario. A Bologna invece l’ho visto in calo morale, da capitano deve reagire: per raggiungere l’Europa League ci serve la testa sgombra e il miglior Papu”.

Sulla questione turnover: “Giocando tre partite in una settimana è impossibile non cambiare niente. Ricorro alla panchina in una situazione del genere, lo fanno tutti e l’ho fatto anch’io. Certo, quando la partita era stata rinviata era un momento in cui dovevamo affrontare i bianconeri due volte in tre giorni e venivamo dall’eliminazione in Europa League col Borussia Dortmund”.

Sulla condizione di Dybala: Era già un talento a Palermo, a 18 anni era un ragazzo straordinario e ha avuto un’evoluzione straordinaria”.

Sulla rincorsa all’Europa: “Credo che ci sia ancora molta battaglia: ci sono ancora molte partite, non è il momento di fare tabelle. Noi dobbiamo pensare a noi e abbiamo bisogno di fare un certo numero di vittorie per agganciare chi ci sta davanti”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News