Resta in contatto

News

Gasperini: “Non faccio tabelle. Lavoriamo per aumentare il distacco”

gasperini

Il tecnico dell’Atalanta si concentra sulla propria squadra senza badare troppo ai risultati altrui e analizza la condizione dei vari acciaccati

SULLA GARA DI DOMANI. “È una partita non ancora decisiva, ma vincendo faremmo un grande passo. Diversamente rimarrebbe tutto aperto. Bisogna metterci pazienza, qualità e ritmo come abbiamo fatto sabato scorso con l’Udinese. Oltretutto giochiamo in casa e siamo in vantaggio in classifica, cosa che una settimana fa non potevamo immaginarci”.

SUGLI ACCIACCATI. “Oggi è il primo vero allenamento, abbiamo le scorie da recuperare del match della vigilia di Pasqua. Va verificato se Cornelius è disponibile (inguine, ndr). Castagne sta meglio dopo aver preso il colpo allo zigomo, anche de Roon con la sua spalla. Caldara non è proprio al meglio ma è in rosa, sarebbe meglio che giocasse da sabato a Ferrara. Stiamo accelerando con Ilicic, vediamo se potremo recuperarlo il prima possibile. Rizzo invece non è recuperabile nell’immediato. Portieri? Tutti disponibili, anche Berisha. Ma Gollini al suo posto ha fatto molto bene”.

SUL MOMENTO DELLA DEA. “Indubbiamente stiamo attraversando un ottimo momento, ma non dobbiamo appagarci dopo ogni vittoria. Abbiamo davanti un obiettivo. Essere arrivati davanti alla Sampdoria prima dello scontro diretto è un vantaggio, ora lavoriamo per aumentare il distacco. I blucerchiati hanno dimostrato di avere valori per quasi tutto il campionato, anche col Chievo hanno disputato un primo tempo molto buono. Non sarà come l’Udinese che non aveva obiettivi”.

SULLE CONCORRENTI IN CLASSIFICA. “Mi pare che il Milan abbia molte partite in casa, ma noi pensiamo soprattutto a consolidare il settimo posto che occupiamo da soli. Certo, il derby di Milano a nove giornate dalla fine ha un altro peso. Secondo me fare tabelle di marcia non serve a nessuno. Toglie energie e basta: il Napoli si aspettava forse di pareggiare col Sassuolo? A marzo-aprile inizia un altro campionato, noi abbiamo raggiunto una buona maturità”.

SULLA SAMP. “Gli avversari hanno un’identità precisa, con le assenze di Torreira e Quagliarella cambieranno solo gli interpreti ma non certo il modo di giocare. Non ha senso fare paragoni con la sconfitta in rimonta dell’andata: in quel momento eravamo alle prese con l’Europa League, in trasferta ci capitava che ci si spegnesse la luce”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da News