Resta in contatto

Rubriche

Nerazzurri in prestito, la C – Palma, il pari è di rigore

Antonio Palma, sempre più leader del Renate da playoff (per un soffio)

La mezzala tascabile salva il Renate a Teramo nel botta e risposta dal dischetto, bene anche Lunetta. Il Padova di uno Zambataro a mezzo servizio cede tre punti alla Triestina

Quarto sigillo stagionale (il primo all’Empoli, nel secondo turno di Coppa Italia) per Antonio Palma, mezzala tascabile del Renate che a Teramo (sostituito da Fietta all’80’) mantiene i suoi in scia playoff (decimi a 40, AlbinoLeffe a meno 1) fa 1-1 al 58′ dopo il contatto De Grazia-Pavan in una gara decisa dagli 11 metri. Abruzzesi avanti al 49′ con Bacio Terracino (fallo di Teso su Graziano), ma il centrocampista e l’ala Gabriel Lunetta (per l’occasione a braccetto con Finocchio nel 3-5-2) fanno venire i sorci verdi a Calore: il primo ci prova da fuori al 7′ e al 57′ sulla torre del secondo, che poi provoca l’espulsione di Speranza rubandogli il tempo al 78′.

GIRONE A
Roberto Ranieri. Mediano basso insieme a Gatto nel 4-2-3-1 dell’Alessandria (sesta a 49), che a V?iterbo nel dopopranzo di sabato in apertura del programma della quindicesima di ritorno rimedia grazie al tap-in di Sestu (66′) sul palo di Barlocco al rigore di Calderini al terzo di recupero della prima frazione per mano dell’ex atalantino sul cross del medesimo.

Christian Mora. Cambio a cose ormai fatte dal 79′ del doppiettista del Piacenza (44, ottavo) Corazza (48′ del primo tempo su rigore per fallo di Zappa su Castellana, colui che ha rubato il posto al terzino destro di Levate, e 5′ della ripresa): la Pistoiese, in 11 contro 10 dal 38′ per il rosso a Masciangelo (colpito Nardini a palla lontana), rimonta sul 2-2 grazie a Ferrari (63′) e Zullo (77′) di testa.

Tommaso Tentoni. A due davanti alla difesa insieme ad Agyei nella Carrarese (quinta a 52, a braccetto coi portacolori della Tuscia) che batte a domicilio il Gavorrano coi gol di Coralli (2′) e dell’ex canterano di Zingonia (cartellino Juve) Cais (61′), entrambi su traversoni di Biasci dalla mancina.

Janis Cavagna, Nicolas La Vigna e Michele Messina. Due moloch in mezzo (con Aspas) e corsia (sostituito al 54′ dall’ariete Mastroianni, rosso all’88’ per gomitata a Subotic) con Belfasti dall’altra parte nel rocambolesco ko del Pro Piacenza (35, salvezza diretta) a Pisa. Battistini trattiene Eusepi portando al penalty nerazzurro parato da Gori a Negri con tap-in di Filippini (50′), il figlio d’arte Paramatti impatta di mezza bicicletta (83′), botta e risposta fra Masucci (86′, cross di Eusepi) e Musetti (93′, di tacco, assist di Alessandro) e beffa by Di Quinzio allo scadere dopo il legno di Maza.

Roberto Taliento. A Prato, nella tana dell’ultima del raggruppamento, secondo ko di fila (3-2) per la Giana che esce (41) dalla zona playoff in cui stazionava da mesi. Nulla può l’estremo difensore passato da Zingonia sul colpo di testa di Fantacci (24′), la delpierata di Piscitella (32′) e la punizione di Ceccarelli (72′) che vanifica la remuntada di Iovine (41′, azione di Bruno) e Perna (70′, asse Bruno-Degeri). Miracoli, invece, su Akammadu (49′ e 60′) e soprattutto sul rigore in movimento di Coccolo (63′).

Alberto Dossena. Turno di riposo del Siena capolista (61).

GIRONE B
Mirco Miori vs Davide Merelli ed Eyob Zambataro. Riserve dei guantìpedi (Boccanera e Bindi) e pendolino a destra (staffetta con Sarno nella ripresa) nel Padova prima della classe (57) che torna da Trieste con le ossa rotte causa piazzato assassino di Coletti al 27′.

Andrea Boffelli vs Luca Milesi e Isnik Alimi. Nello 0-0 al “Mecchia” di Portogruaro fra Mestre (43, settimo) e Vicenza (penultimo a 29) gioca solo il centrale di San Giovanni Bianco.

Stefano Marchetti. In panchina, con Magnino adattato centrale a tre, nella FeralpiSalò (sesta a 46) demolita a Bergamo dall’AlbinoLeffe nel Sunday Night della trentaquattresima: Gusu in spaccata (15′) e di testa (26′), Colombi al volo da venti metri (44′) e Guerra (86′) in elevazione sul cross di Raffaello.

Stefano Mazzini. A riposo col suo Pordenone (41).

GIRONE C
Riccardo Gatti, Tiziano Tulissi e Alessandro Turrin. Il terzo, guardaspalle di Cucchietti fra i pali, come al solito la fa da spettatore, mentre difensore e fantasista (Sparacello lo rileva al 63′) schierato in appoggio a Bianchimano partecipano alla sconfitta casalinga di misura della Reggina (33, zona barrage per non andare in D) col Lecce primo della classe. Decide Mancosu all’11’ sul suggerimento di Di Piazza rinviato corto da Laezza.

Giacomo Parigi. Resta a guardare nella vittoria all’inglese della Virtus Francavilla (42, dentro i playoff) sul trapani grazie a Biason (81′) e Madonia (92′), cambio in corsa del centrattacco Anastasi.

Moudou Lamine Badjie e Stefano Cason. Panca fissa nello 0-0 del Catanzaro (37) a Cosenza. Rosso a Onescu al 93′ per calcio a Baclet.

Alessandro Eleuteri e Doudou Mangni. Quarta posizione a quota 48 per il Monopoli del duo nerazzurro. Decidono Sarao (18′) dopo un batti e ribatti da azione dalla bandierina e l’autorete di Giron (39′) sulla conclusione di Sounas imbeccato da Donnarumma. L’esterno ascolano entra per Longo all’85’, Doudou (seconda punta nel 3-4-1-2)

Valerio Nava, Alex Redolfi e Luca Zanotti. Solo il terzino destro di Isso, che soffre un po’ Manneh ma non troppo (doccia al 71′, c’è Dentice, che resiste 17 minuti e cede il posto a Franchini), respira erba e cuoio al “Cibali” nel posticipo di ieri della Juve Stabia nella fornace del Catania secondo. Quinte a 47, le Vespe strappano con orgoglio e barricate il pari senza reti.

Simone Mazzocchi. Turno di pausa per il Siracusa (nono a 44).

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Cristiano Doni

Ultimo commento: "Doni NON CI SONO PARAGONI. AVEVA SEMPRE FAME... Cattiveria agonistica da vendere!!"

Dea-Papu Gomez, una lunga storia d’amore

Ultimo commento: "un artista che ha fatto innamorare una citta e una provincia."

Marino Magrin

Ultimo commento: "È sempre stato un centrocampista di concetto, alla Freuler, ma il centravanti proprio mai, nemmeno in emergenza..."

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "grande giocatore e persona seria peccato che non si veda piu'"

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Grazie "EUROMONDO" x le notti magiche"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Title

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche