Resta in contatto

News

Auguri a Migliorelli, una baby freccia a sinistra

Vent’anni per il “fuoriquota” della Primavera di Brambilla. Uno come tanti in attesa di consacrazione: ma quando e dove?

Il limite d’età per giocare nelle minori l’ha raggiunto. E nel futuro non si sa se ci sarà la prima squadra o il solito giro di parcheggi che un tempo non lontano veniva meno ipocritamente chiamato gavetta. Lorenzo Migliorelli, esterno sinistro titolare della Primavera dell’Atalanta, non importa se basso a quattro o da pendolo nel 3-5-2 ormai accantonato da Massimo Brambilla, compie vent’anni con due certezze: di essere uno dei pochi mancini naturali in una corsia in fase di spinazzolizzazione incipiente, ovvero interpreti bravi a piede invertito, e di essere chiuso a livello big da gente come Robin Gosens e il prossimo arrivo Federico Mattiello quando il prestito bianconero raggiungerà la casa madre del suo cartellino.

UNA BABY COLONNA. Nato a Brescia ma di Castiglione delle Stiviere, per un po’ d’annetti Migliorelli, autore di un fragoroso gol a Sesto San Giovanni (di destro) nel 3-3 coi pari categoria dell’Inter lo scorso 11 febbraio, è stato a Zingonia da prestito della FeralpiSalò, club gardesano che nell’estate del 2014 l’aveva prelevato dalla squadra del paesone cui era tornato da un biennio dopo il quadriennio del Montichiari poi fallito. Da gennaio 2015 fino al giugno scorso, cartellino azzurro-verde. Ora è tutto nerazzurro.

QUESTIONE DI RUOLO. Il buon Lorenzo, fisicato (1 e 85 secco e forse qualcosa di più) ma piuttosto rapido nei movimenti, specie dalla cintola in su, è un esterno d’origine convertito col tempo a centrocampista, ma in fascia gioca stabilmente (quasi sempre da terzino puro) solo da quando nella cantera atalantina è finito sotto le cure di Valter Bonacina, che stravedeva per lui, sollevato dall’incarico dopo il 2016-2017. Fin qui il palmarès nerazzurro parla di 60 presenze con la rete di cui sopra e la doppia prova da parte di Gian Piero Gasperini: nelle amichevoli estive col Novara a Zingonia (2 agosto, secondo tempo al posto del partente Del Grosso) e col Venezia a Bergamo del 12 agosto scorso da cambio (69′) di Caldara con passaggio contestuale alla retroguardia a 4. Poi, però, convocazioni nisba, a differenza di Bolis, Colpani, Elia, Kulusevski e Latte Lath (non certo un novizio, l’aveva messa alla Juve nell’ottavo di Coppa Italia nel gennaio di un anno fa). Auguri e ad maiora, ragazzo.

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da News