Resta in contatto

News

La Juve batte il Bologna, scudetto vicinissimo

Ai bianconeri, più 7 sul Napoli impegnato domenica col Torino, manca solo il conforto della matematica. La squadra di Donadoni sfodera grinta e orgoglio, Douglas Costa si carica in spalla la capolista

Paura e gambe a volte molli, ma alla fine la Juventus batte il Bologna (39) in rimonta portandosi a 91 punti a due giornate dal termine: il settimo scudetto di fila potrebbe essere già una realtà qualora domenica il Napoli (84) non battesse il Torino al “San Paolo”. Partono forte i bianconeri all’Allianz Stadium. Al 7′ Higuain sul filtrante di Marchisio calcia sui piedi di Mirante, che al 19′ neutralizza in due tempi il colpo di testa di Alex Sandro accarezzato dalla punizione di Dybala dall’out sinistro. Poi il caso da moviola, con Buffon a rinviare troppo corto di piede (26′) per Rugani, che sorpreso da Criseting gli appoggia le mani sulla schiena: è rigore, il Var ha problemi di auricolare con l’arbitro Irrati e Verdi può battere solo verso la mezzora, ma è freddo abbastanza da lasciare il portiere azzurro in ginocchio con un’esecuzione centrale. A 7 dalla pausa (2′ di recupero) Cuadrado centra per il Pipita che in elevazione non può pungere appena oltre il limite dell’area.

Nella ripresa subito il pari: al 6′, sull’ennesima palla del colombiano, De Maio infila di esterno sinistro la sua porta nel tentativo maldestro di anticipare Khedira. Due giri di lancetta e la new entry Douglas Costa (dentro per Matuidi, si passa dal tridente al 4-2-3-1) impegna Mirante col diagonale, Cuadrado prova l’estirada ma è in ritardo e sbaglia mira. Brivido freddo al 14′, quando il radente di Verdi non trova la deviazione dalla coppia Poli-Avenatti ma sbuca Krafth con un destro sottomisura salvato da Buffon con l’aiuto del palo esterno. Gli uomini di Allegri la ribaltano al 18′: ancora Costa dalla sua zolla, l’estremo difensore ospite esce a vuoto e Keita non può impedire a Khedira di appoggiare indisturbato davanti al secondo palo. Il brasiliano non finisce più di sprintare e al 23′, sul cambio di fronte dello scatenato numero 7, innesca il tris di Dybala a rimorchio. Destro, cambio dell’acciaccato Verdi, tenta di riaprirla con un rasoterra dal limite al 31′: Buffon si distende e blocca. Al 44′ Costa prova la magia di rabona allargandola di un nulla. La Juve esulta, ma che fatica anche stavolta.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da News