Resta in contatto

Rubriche

Nerazzurri in prestito, 1a parte – Kessie di nuovo sesto, Paloschi gol-salvezza

L’ivoriano si pregusta lo scontro diretto con l’Atalanta per il sesto posto, anche se nell’affossamento del Verona è tutt’altro che protagonista. Cividatese a segno per una Spal che può ben sperare

Sorpasso al sesto posto alla casa madre (60 a 59), da cui staccherà il cordone ombelicale col riscatto obbligato del Milan a fine stagione, e battaglia in vista per lo scontro diretto di domenica 13 maggio sotto la Maresana. E il bello è che nel poker sporco a San Siro contro l’Hellas Verona (retrocesso) Franck Kessie non solo non deve sforzarsi troppo, leggi due imbeccate per Cutrone e Borini non sfruttate, ma rinviando un tiro dalla bandierina all’85’ consente pure a Lee di indovinare il gol della bandiera ospite prima della chiusura dell’ex Parma su cross di Bonaventura. L’ex canterano nerazzurro è il vero protagonista, avendo trovato il prodotto del vivaio rossonero per il bis (32′) a ruota del vantaggio di Calhanoglu (11′) su rimorchio chiamato da Suso, che restituisce la sfera ad Abate per il tris al 49′.

Jasmin Kurtic, Federico Mattiello e Alberto Paloschi vs Marco D’Alessandro e Berat Djimsiti. Lo sloveno impegna Puggioni di testa al 54′ su cross di Costa, gli altri due invece sono protagonisti dell’azione-rompighiaccio del 2-0 da salvezza (35, più 2 sul Cagliari) della Spal sul Benevento (18) già caduto e ridotto ai pro forma (assente l’ala romana). Minuto 25′: il terzino Spinazzola-style (giallo al 72′, Coda steso), stavolta schierato a destra, suggerisce per Antenucci che coglie la traversa, il cividatese (out al 91′ per Bonazzoli) stacca per il settimo sigillo personale. A sette dal novantesimo il capitano dei ferraresi bissa dal dischetto dopo essere stato falciato da Sparandeo.

Roberto Gagliardini. Sempre convalescente mentre la sua Inter (69, meno 2 dalla Lazio e dalla Champions) dilaga a Udine grazie a Ranocchia (12′, ascensore su corner di Brozovic), Rafinha (44′), Icardi (45’+1′) e Borja Valero (71′). Rosso a Fofana per piede a martello su Perisic (49′).

Marco Sportiello. Okappa sulla punizione angolatissima di Hiljemark al 36′, salvato da Biraghi sulla linea al 93′ dal possibile pari sul 3 a Marassi di Medeiros. La Fiorentina prevale a fatica sul Genoa in una gara a rincorsa che la tiene in scia (57) per l’Europa League: Simeone imbecca il taglio di Benassi (43′), Rossi (64′) e Lapadula (68′) ribaltano lo score, poi Pandev lascia i suoi in 10 entrando a piedi uniti su Gaspar (71′) e la coppia Eysseric-Dabo mette la freccia fra 77′ e 80′. Tre giri di lancetta e rosso (proteste) anche per Zukanovic, che però è in panchina.

Akos Kecskés. Quarta presenza (terza da titolare) sfortunata del centrale ungherese classe ’96 nel Korona Kielce (ottavo a 48 nell’Ekstraklasa polacca), battuto domenica in casa dal Wisla Cracovia (5′ e 70′ Lopez, 43′ Imaz).
Constantin Nica. Assente, come sempre, nel 3-2 corsaro (26′ e 45’+2′ su rigore Hanca, 72′ Popa) della Dinamo Bucarest (vetta a 38 nel relegation round della Liga I rumena) a Medias sul Gaz Metan (31′ e 38′ Rondon).

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da Rubriche