Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Russia 2018

Spagna-CR7 3-3, Portogallo salvo

cristiano ronaldo

Tripletta di Ronaldo, le Furie Rosse sono più squadra e si aggrappano a Diego Costa sognando la vittoria per mezzora. Ma fanno i conti senza l’oste…

Contro Cristiano Ronaldo c’è poco da fare, anche per una Spagna capace di recuperare due volte lo svantaggio con Diego Costa covando per mezzora buona l’illusione della vittoria nel match clou a Sochi del Gruppo B di Russia 2018. Il numero 7 madridista fa cadere Piqué nella trappola e infila la punizione a a scendere del 3-3 finale a due giri di lancetta dal novantesimo, dopo una partita a rincorrersi in cui il Portogallo ha comunque ceduto di schianto nell’organizzazione di gioco e nel possesso palla: 66 per cento a 34 il dato a favore della squadra di Hierro.

BATTI E RIBATTI. Ma quella di Santos, tutta difesa e contropiede più qualche lampo, è sicuramente stata piuttosto concreta. Avanti al 4′ su rigore autoprocurato di Cristiano (doppio passo e Nacho costretto a fermarlo con le brusche), l’1-1 è arrivato al 24′ con il centravanti spagnolo, liberatosi a gomito alto di Pepe – lancio di Busquets prima di infilare un gran rasoterra di destro al culmine di finta e controfinta. Due minuti e Isco prende la traversa: la palla non supera la linea. Al 44′ lusitani di nuovo in vantaggio, con CR7 a cogliere impreparato il goffo de Gea con un sinistro dal limite innescato da Guedes. Nella ripresa l’uno-due altrui, al 9′ sempre con Costa che insacca da un passo sulla punizione di Silva (contatto Moutinho-Iniesta) corretta dalla sponda di Busquets e al 13′ con Nacho, che punisce da fuori il rinvio stentato di Moutinho per stroncare l’asse Silva-Isco. Ma fare i conti senza CR7 s’è rivelato un errore.

IRAN CAPOLISTA. Nel raggruppamento, dunque, comanda in solitario l’Iran, autore della beffa allo scadere sul Marocco. Sabato tocca ai Gruppi C e D: alle 12 Francia-Australia a Kazan, alle 18 Perù-Danimarca (con l’atalantino Andreas Cornelius) a Saransk; quindi Argentina-Islanda alle 15 all’Otkrytiye Arena di Mosca e Croazia-Nigeria alle 21 a Kaliningrad.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Russia 2018