Resta in contatto

News

La caduta dell’Avellino, una colonia atalantina

Matteo Ardemagni: prestito e poi definitivo all'Avellino, estate 2017. Ma gli irpini non ci sono più

Una delle società di sbocco di prestiti, giovani o comunque esuberi colorati di nerazzurro ha ancora un’ultima speranza: il Tar del Lazio. Il parere dei due legali

“Mancato rispetto dei criteri legali ed economico finanziari” e, nonostante il club ora come ora “apparirebbe in possesso dei requisiti di idoneità e sostenibilità finanziaria”, il Comunicato Ufficiale numero 49 della Federcalcio del 24 maggio 2018 (diniego della licenza), “nel quale è indicata una scansione procedimentale enormemente ristretta, ma nondimeno vincolante, non è stato impugnato nei termini previsti (il 23 luglio scorso, NdR). Il Collegio di Garanzia del Coni ha deciso: ricorso respinto, Avellino fuori dalla serie B, pardon dal calcio professionistico. Dopo Bari e Cesena, un altro pezzo di storia del calcio nazionale viene cancellato a tavolino.

ATALANTA, KO UN MERCATO DI SBOCCO. L’Atalanta perde una sorta di colonia nella quale parcheggiare baby, esuberi e quant’altro: si va da Matteo Ardemagni a Bryan Cabezas (accasatosi al Fluminense), passando per Constantin Nica, Boris Radunovic, Salvatore Molina, Emanuele Suagher, Anton Kresic e tanti altri prima ancora da perderne il conto. Stesso discorso per i romagnoli con Nicolò Fazzi, Fabio Eguelfi e Simone Emmanuello.

ERAVAMO DUE AVVOCATI AL TAR. Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio è l’extrema ratio in casi come questo, dopo che la giustizia sportiva si è pronunciata definitivamente col suo terzo grado. Ma secondo quanto riportato da IrpiniaOggi.it i legali nutrono qualche speranza: “In un passaggio della sentenza il Collegio dice che in determinati punti il ricorso poteva essere accolto – affermata l’avvocato Eduardo Chiacchio -. L’apertura deve valutarla un avvocato amministrativista. Sono stanco, provato e dispiaciuto come tutti i tifosi dell’Avellino, ma c’è ancora un’ultima speranza”. Gli fa eco il collega Pietro Schiavone: “Il Coni ci ha detto: ci avete quasi convinto, ma non avete impugnato il regolamento per tempo. Il Coni è stato convinto dalle nostre motivazioni. L’Avellino è in possesso dei requisiti, ma è fuori dal campionato a dispetto di chi ha presentato fideiussioni non valide ed è in Serie B”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Campione indimenticabile x noi interisti. Sembrava avere un fisico non atletico ma in realtà possedeva una grinta ed una energia che ne facevano un..."

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Ultimo commento: "UNICO VERO CAPITANO..ULTIMA BANDIERA GRANDE GLEEN BEI TEMPI IN CURVA NORD...FOREVER ATALANTA"
Advertisement
gollini

Cedere Gollini, Sportiello o entrambi? i tifosi hanno pochi dubbi

Ultimo commento: "Di cosa parli? Oggi trovare un terzo portiere disposto a fare panca per sempre in serie A è difficilissimo, visto che magari in B prenderebbero molti..."
Gollini

Quattro nomi per il dopo Gollini: chi preferite come portiere?

Ultimo commento: "Premetto che non ho mai giocato a calcio, ma vedere Gollini a 7-8 metri dalla Pisani durante le partite mi dava un senso di sicurezza! ...ho visto..."
Tomiyasu

I nomi per il mercato di rafforzamento: da Musso a Zappacosta, chi vorreste all’Atalanta?

Ultimo commento: "No no va benissimo così anche lui quando è arrivato non era quello di oggi certo dispiace ma ve lo ricordate contro il Napoli ebbene che ben vengano..."
atalanta

SONDAGGIO – Ti piacciono le nuove maglie dell’Atalanta?

Ultimo commento: "Fatti vedere da uno psicologo. Devi avere avuto in infanzia difficile. Molto difficile!"

Altro da News