Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Gian Piero contro Gian Piero: due mister agli antipodi

Quando Ventura era ct azzurro, Gasperini criticava i suoi stage lamentando i troppi giocatori attinti fuori dalle big. Ma c’è del pregresso

Tra Gasperini e Ventura, leggi trasferta dell’Atalanta col Chievo, domenica è un derby dei Gian Piero, due allenatori che in comune hanno il nome e poco altro. Con qualche frizione a dividerli ormai storica, sostiene la Gazzetta dello Sport.

ANALOGIE TRA MISTER. Accomunati dalla nascita in un contesto industriale e operaio (Gasperini a Grugliasco, Ventura a Cornigliano, frazione di Genova), hanno iniziato ad allenare le Primavera di Juve e Samp, dove si erano fermati da calciatori per poi far carriera altrove. In A, bilancio pari: 5 nulli e 3 vittorie a testa, con 17 gol a 15 per Gasp.

FILOSOFIE DIVERSE. Gasperini ha rivisto il suo 3-4-3 col 3-4-1-2 a Bergamo, Ventura riparte da un probabile rombo (pronto a virare a 3-5-2) dopo che perfino Antonio Conte gli aveva copiato il 4-2-4 di Bari.

GHIACCIO BOLLENTE. Genoa-Bari, 20 dicembre 2009. Rinviata per ghiaccio tre giorni dopo le fatiche di Europa League del Grifone col Valencia: “Mai vista rinviare una partita col sole, ma a fine gennaio il Genoa recupererà gli acciaccati”, lo spillo di Ventura. Il tris barese al ritorno è una vendetta servita fredda con Gasp espulso, che a ottobre 2010 accuserà il rivale di “calcio catenaccio e contropiede”, rinfacciandogli di “avergli aperto le porte di Pegli quand’era disoccupato e veniva ai nostri allenamenti” e “la promessa di un calcio libidinoso, perché alla fine chi parla troppo…”. 2-1 genoano in 10, Toni la risolve nel recupero.

NAZIONALE E STAGE. Scelto Ventura come ct della Nazionale dalla Figc dopo il consulto di Malagò e Tavecchio col dt in pectore Lippi, a novembre 2016, c’è lo stage azzurro allargato a giocatori fuori dai grandi club: “Mi dà fastidio perdere 7 giocatori per un raduno con tante defezioni, non mi piace perché arriva dopo la sosta”, la punzecchiatura del Gasp. E il Gian Piero genovese: “Sono sorpreso perché prima dello stage ci eravamo parlati. L’Atalanta dovrebbe essere orgogliosa di avere tanti giocatori in Nazionale”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News