Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Esclusive

ESCLUSIVA – Augusto Scala: “Ilicic ricorda i giocatori dei miei tempi”

augusto scala piero fanna

L’ex calciatore di Bologna e Atalanta riassapora i tempi in maglia nerazzurra e si augura una sfida spettacolare al Dall’Ara

I più giovani non lo ricorderanno, ma sicuramente ne sentito parlare da genitori, zii o conoscenti che hanno avuto modo di apprezzarlo dal vivo. Stiamo parlando di Augusto Scala (nella foto-copertina con Piero Fanna, altro ex nerazzurro), centrocampista che vestì la maglia dell’Atalanta dal 1974 al 1981 collezionando complessivamente 158 presenze e 33 reti. Nato a San Piero in Bagno nel 1949, ha militato anche con Bologna, Cesena e Fano.

Scala, che ricordi ha di Bergamo?
“Ho un bellissimo ricordo. Sono stato benissimo, era una bella città in cui mi sono trovato bene sotto ogni aspetto. Ebbi un bel rapporto con la società e legai anche con il pubblico”.

Ha mantenuto legami con qualche tifoso?
“Con qualcuno di quelli più anziani. Ma vengo spesso alla Festa della Dea e ho avuto modo di incontrarne anche qualcuno più giovane. Personalmente mi fa molto piacere che qualcuno si ricordi ancora di me”.

Lei ha avuto modo di giocare con Antonio Percassi. Come era come giocatore?
“Era il tipico difensore dell’epoca. Ai nostri tempi c’erano dei ruoli ben precisi e lui era uno di quelli che sapeva farsi rispettare”.

Si aspettava che potesse diventare un imprenditore di questo calibro?
“Già nei suoi ultimi anni in cui giocava, strizzava l’occhio all’attività imprenditoriale. Però ha fatto veramente tanta strada ed è stato molto bravo”.

Parlando invece dell’Atalanta di oggi, sembra che la formazione di Gasperini si sia ripresa.
“L’idea è che la squadra ci sia. Secondo il mio punto di vista ha pareggiato partite che non avrebbe dovuto ed è capitato questo momento di crisi. Ma il gruppo c’è ed è venuto fuori. Peccato per le eliminazioni in Europa League. Sia contro il Copenaghen che con il Borussia Dortmund siamo stati sfortunati”.

Inoltre abbiamo visto un Ilicic in crescita.
“C’è poco da dire. Ilicic è uno che sa giocare a calcio. Sembra uno dei miei tempi. A chi assomiglia? A Scala (sorride, ndr). A parte gli scherzi, negli anni settanta c’erano molti calciatori con le sue caratteristiche”.

Domenica ci sarà Bologna-Atalanta e lei sarà uno doppio ex. Che partita si aspetta?
“E’ una gara in cui può succedere di tutto. Il Bologna si è ripreso un po’ e in casa sa farsi rispettare, mentre l’Atalanta ha fatto sei punti nelle ultime due gare, sta segnando molto e arriverà molto carica. Spero sia un bel match in cui veda giocare a calcio”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Esclusive