Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Al “Castellani” per dribblare il pullman

Contro una pericolante dedita a difesa e contropiede i nerazzurri non hanno scelta: il calendario propone tre big di fila tra le mura amiche

Tre punti obbligati, a meno di non voler arrivare al big match di lunedì 3 dicembre col Napoli in casa coi patemi d’animo. La tesi sostenuta da L’Eco di Bergamo alla vigilia di Empoli-Atalanta è netta: i nerazzurri, con un orecchio alle concorrenti per l’Europa, il Sassuolo (più 1) impegnato a pranzo a Parma, la Fiorentina (sotto di 1) a Bologna e il Milan (più 3) nella tana della Lazio (più 4) nell’aperitivo domenicale, devono scollinare oltre quota 18 per continuare la corsa.

UN CONFRONTO IMPARI. I toscani hanno la metà dei punti dei bergamaschi e sono reduci, col cambio della guardia Andreazzoli-Iachini, dalla seconda vittoria in campionato (2-1 all’Udinese) dopo tre mesi senza bottini pieni (2-0 al Cagliari all’esordio).

SETTE DI FILA IN UN MESE. Il neo tecnico empolese predilige una sola punta, Caputo, già 6 gol all’attivo, con Krajc e Krunic davanti alla mediana a tre Acquah-Bennacer-Traoré. La ricetta è palla lunga e pedalare, lasciando l’iniziativa ai dirimpettai. Da Zajc (2), Silvestre, l’altro trequartista bosniaco, Ucan e Mraz gli altri palloni nella porta nemica.

AMBIENTE FREDDO? Il “Castellani” ha la media di presenze più bassa della massima serie, 11.018 a match. I tifosi sono piuttosto caldi ma pochi. Andare alla ricerca della quinta consecutiva, per una Dea riproiettata a scalare l’Olimpo, è il must della tredicesima giornata. Anche perché dati alla mano dall’ottavo posto si potrebbe raggiungere il quinto, ex aequo col Milan, e dopo il Napoli a Bergamo arriveranno Lazio e Juventus.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News