Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

L’insolita mancanza di cattiveria la chiave della sconfitta di ieri?

Aggressività e ritmo sono alla base del gioco di Gasperini, solitamente. Ieri non si è visto tutto ciò….

Aggressività e ritmo sono, solitamente, alla base del gioco di Gian Piero Gasperini. Un gioco che in Italia (e non solo) in molti hanno imparato a conoscere ed apprezzare.

Ma lo stesso, purtroppo per i tifosi nerazzurri, non è accaduto ieri. L’Atalanta era anche riuscita a portarsi sul doppio vantaggio grazie all’uno-due firmato da Hans Hateboer e Freuler, ma poi ha subito la clamorosa rimonta degli azzurri.

Al di là del risultato e degli episodi, decisiva è sembrata essere soprattutto un’importante mancanza di cattiveria nei calciatori nerazzurri. Una componente che ha finito per pesare in vari momenti della gara e che ha aiutato a far pendere la bilancia dalla parte dell’Empoli.

Decisiva, forse, è stata anche l’espulsione di Ilicic nell’ultimo tratto di gara. Lo sloveno è stato espulso per proteste, ma forse la cattiveria andava usata più in campo e meno tramite le parole. Anche se a livello di prestazione va detto, a onor del vero, che lo sloveno era stato il migliore dei suoi fino al momento del cartellino rosso.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News