Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Zapata e il Napoli: “Riconoscenza e affetto, ma spero di segnargli”

zapata

L’attaccante colombiano lunedì sera dovrà fare i conti col suo passato. Dall’apprendistato con Benitez e il Pipita ai “rifiuti” di Sarri che l’hanno portato a Udine e Genova

“Sono riconoscente al Napoli per avermi portato in Italia, mio figlio è nato lì. In cinque partite contro non gli ho mai segnato: speriamo che sia la volta buona”. Una cartolina piena d’affetto da Zingonia, firmata Duvan Zapata. E spedita dalle pagine del Corriere dello Sport l’antivigilia dello scontro in maglia Atalanta col suo passato.

A SCUOLA DAL PIPITA. “Venivo da un altro calcio (l’America e poi l’Estudiantes in Argentina, NdR), il Napoli mi ha fatto conoscere il campionato italiano. Ho imparato tanto da Rafa Benitez e da Higuain, uno che cerca sempre la porta e sa come trovarla – ha rimarcato il ’91 di Cali, nel Golfo dal 2013 al 2015 per poi vestire i colori di Udinese e Sampdoria -. Nel 2015 sono rimasto 9 giorni con Sarri prima di partire, nel 2017 due mesi per il ritiro: a Udine avevo fatto bene, ma mi sono ritrovato davanti Pavoletti, Milik e Mertens. E così sono andato a Genova”.

IL FATTORE CAMPO. “Lunedì giochiamo davanti ai nostri tifosi ed è già un vantaggio: l’atmosfera sarà sicuramente molto calda. La partita è difficile, ma possiamo puntare a un buon risultato. Quanto a me, temo Koulibaly: prima di superarlo davvero, lo devi saltare tre volte”.

LA SCELTA DI BERGAMO. “La famiglia Percassi su di me ha investito molto ed essere l’affare più costoso della storia nerazzurra, se venissi riscattato, sarebbe un orgoglio. Ma ora sta a me ripagare la fiducia: mi sarei aspettato qualche gol in più, finora. Punto a raggiungere o superare gli 11 della scorsa stagione”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News