Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Primavera da urlo: rimonta quattro gol al Napoli e continua la fuga. Decisivo Traorè

Clamorosa vittoria per la Primavera di Brambilla, che rimonta da 3-0 a 3-4 in casa del Napoli

La Primavera di Massimo Brambilla vince ancora e lo fa in modo clamoroso. È pazzesca la rimonta con cui Del Prato e compagni sbancano Frattamaggiore in rimonta, passando da 3-0 a 3-4  in soli 21′. Decisivo il gol finale del classe 2002 Amad Traore, uno dei tanti gioiellini dal grande avvenire del vivaio di Zingonia.

La gara parte subito fortissimo il Napoli, che dopo 2′ passa grazie ad un bellissimo tiro di Gaetano direttamente da corner. L’Atalanta non pare essere scesa in campo e subisce anche il raddoppio al 20′, dopo che un tentativo di Babbi era sembrato ravvivare i nerazzurri. È ancora Gianluca Gaetano a segnare, sorprendendo un impreciso Ndiaye con un cross scagliato dall’estremo settore di destra. La Dea prova a svegliarsi, anche grazie ad un Colpani che prova a cantare e portare la croce.

L’intervallo non porta, almeno inizialmente, scosse positive ai nerazzurri, che subiscono anche il clamoroso 3-0 grazie ad un Gaetano fenomenale. Il talento di Cimitile è bravissimo a far secchi due avversari con calma olimpica e far secco Ndiaye. Proprio quando sembra essere tutto finito sale di tono la prestazione della Dea, che al 64′ inizia la propria clamorosa risalita grazie ad un bel colpo di testa di Okoli sull’assist di Colpani.

Sembra essere un semplice gol del contentino, ed invece al 69′ la riapre Del Prato, bravo a mettere di testa in rete da due passi dopo un involontario assist di un difensore del Napoli (che era parso sbilanciato fallosamente da Cambiaghi nella circostanza). Non c’è neanche tempo di mettere il pallone al centro che è Piccoli a trovare il gol del pari: bravo il bomber classe 2001 a sfruttare un brutto errore di Senese in fase di impostazione. Cinque giri di lancetta dopo arriva il clamoroso gol del sorpasso. È Traore a finalizzare al meglio il grande suggerimento in verticale di un visionario Dejan Kulusevski, oggi migliore in campo.

Non è finita qui, tranne per quel che riguarda i gol. Il Napoli chiede un rigore ai danni di Gaetano, ma sembra essere corretto il tackle sul pallone di capitan Del Prato. Nel finale Manzi prende la parte alta della traversa sugli sviluppi di un corner da sinistra, facendo gridare all’ennesimo gol il pubblico di Frattamaggiore. Che forse non sarà stato felicissimo a fine gara per il risultato, ma non può dire di non essersi divertito…

IL TABELLINO
Napoli (3-5-2): Idasiak; Casella, Manzi, Senese (72′ Perini); Zedadka, D’Alessandro (60′ Zanoli), , Lovisa, Mamas, Mezzoni; Gaetano, Palmieri (60′ Sgarbi)
A disp: D’Andrea, Guio Piai, Esposito A, Marino, Illuminato, Guadagni, Saporetti. All. Baronio

Atalanta (4-2-3-1): Ndiaye; Zortea, Okoli, Guth, Brogni (46′ Traore); Colpani, Del Prato; Peli (89′ Da Riva), Kulusevski, Cambiaghi (82′ Gyabuua); Babbi (62′ Piccoli)
A disp: Carnesecchi, Corna, Bencivenga, Girgi, Kraja, Pina Gomes, Nivokazi
All. Brambilla

23 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

23 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News