Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

L’Atalanta si ispiri alla sua Primavera, a Udine serve la reazione

atalanta

I giovani nerazzurri rimontano il Napoli quando tutto sembrava girare nel modo sbagliato, ora tocca alla prima squadra

È il cinquantunesimo minuto, l’Atalanta Primavera è sotto di tre gol in casa del Napoli, nell’anticipo del campionato che vede i nerazzurri al primo posto e i partenopei a sei punti di distacco, quinti.

“Sconfitta assicurata”, penserà qualcuno. Non i ragazzi di Brambilla, che iniziano una rimonta impossibile da immaginare: quattro minuti dopo il tris azzurro, Okoli riaccende le speranze salendo in cielo sulla punizione di Colpani. Ed è solo l’inizio.

Al sessantanovesimo Del Prato risolve una mischia nell’area avversaria per il 3-2, meno un minuto dopo Piccoli sfrutta un errore del portiere e pareggia. Delirio.

Ma, come insegna mister Gasperini della prima squadra, si scende in campo solo per vincere: a un quarto d’ora dalla fine palla splendida di Kulusevski per Traore, che segna a tu per tu con il portiere avversario. La rimonta è completata.

Di questa prestazione ha impressionato il coraggio della Primavera nerazzurra, la voglia di portare a casa un risultato importante anche quando tutto sembrava girare nel modo sbagliato.

Ed è la stessa cosa che i tifosi si aspettano dalla prima squadra, impegnata domani sull’insidioso campo dell’Udinese. Reagire dopo due sconfitte che hanno fatto male, riprendersi e tornare a sognare – anche in questo caso – quando tutto sembra girare nel modo sbagliato.

La classifica dice che l’Atalanta è lì, può giocarsela per un posto nella prossima Europa League. Ma adesso servono i punti, vittorie importanti per trovare autostima e dimostrare che questa squadra è fatta per stare in alto.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement
calciomercato

Sondaggio: come dovrebbe comportarsi l’Atalanta dopo la pubblicazione delle intercettazioni?

Ultimo commento: "Dalle intercettazioni emergono situazioni poco chiare, a parte parzialmente e in modo non inequivocabile le plusvalenze fittizie. L'aspetto rilevante..."

La voce dei tifosi: a gennaio almeno 4 dovrebbero salutare

Ultimo commento: "Boga via e buona fortuna. Ma il buco è in mezzo al campo senza il miglior Freuler perdiamo partite a raffica . Serve comprare un centrocampista..."
Brescia-atalanta

Sondaggio a risposta secca: a Gasperini pieni poteri sul mercato, sì o no?

Ultimo commento: "Ok ma importante che rinforzi il centrocampo perché mancano incontristi puri capaci di aggredire e recuperare palloni invece che lasciar giocare..."

Altro da Approfondimenti