Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Album dei ricordi – L’ultimo successo in Friuli fu con Antonio Conte in panchina

conte

Sono solamente otto i successi dell’Atalanta nelle sfide in casa dell’Udinese, uscito invece vincitore ben 25 volte

Storicamente parlando, l’Atalanta non ha una tradizione favorevole quando scende in campo in casa dell’Udinese. In 41 precedenti fai due club (in A, B e Coppa Italia), i bianconeri hanno esultato in 25 occasioni contro le 8 nerazzurre e 8 pareggi per un totale complessivo di 70 reti friulane e 43 bergamasche.

BOMBER. Purtroppo, anche a causa delle numerose marcature casalinghe, la speciale classifica marcatori vede solo bianconeri nelle prime posizioni. Al vertice c’è Antonio di Natale, capace di trafiggere la Dea ben 8 volte, seguito dal terzetto Bacci, Quagliarella, Perica con 3.

TRADIZIONE SFAVOREVOLE. Come dicevamo in apertura, i successi dell’Atalanta a Udine sono veramente pochi e per trovare l’ultimo bisogna tornare indietro sino alla stagione 2009/2010 quando i nerazzurri si imposero 3-1 con Antonio Conte in panchina: vantaggio al 4’ di Simone Tiribocchi, pareggio all’8’ di Lodi, raddoppio di Jaime Valdes al 69’ e 1-3 al 73’ di Diego De Ascentis. Da quel giorno Udinese-Atalanta si è rigiocato otto volte, con 5 affermazioni bianconere e 3 pareggi.

LO SPETTACOLARE POKER DEL 2001. Fra le rare vittorie in terra friulana c’è però quella del 2001, in cui la Dea di Giovanni Vavassori riuscì a imporsi 4-2 contro i rivali allora guidati da Luigi de Canio. Fra il 2’ e il 4’ Nicola Ventola e Domenico Morfeo firmarono un micidiale uno-due che proiettò i nerazzurri sullo 0-2, che si trasformò in 0-3 al 20’ grazie alla quinta rete stagione di Ventola. L’Udinese accorciò con Sottil al 31’, ma già prima dell’intervallo ancora Morfeo ristabilì le distanze (1-4). Di Gargo, al 76’, la rete del definitivo 2-4.

L’ULTIMA. Il match dello scorso campionato si chiuse invece sul 2-1 a favore dell’Udinese. Al vantaggio atalantino firmato da Jasmin Kurtic al 29’, risposero il rigore trasformato da Rodrigo de Paul durante il recupero della prima frazione di gioco (concesso per un fallo di mano di Spinazzola) e il raddoppio di Antonin Barak al 68’. Ma la Dea fallì il pareggio con Cristante che si fece respingere una conclusione dagli undici metri.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche