Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Udinese-Atalanta, le pagelle nerazzurre

L’Atalanta sbanca Udine, è il giorno di Duvan Zapata: ecco i voti della nostra redazione

Il pomeriggio della Domenica vede la sfida tra Udinese ed Atalanta, alla “Dacia Arena”. Nerazzurri subito in vantaggio con Zapata, pareggio bianconero con Lasagna. Nel secondo tempo, il numero 91 bergamasco regala due perle.

Berisha 6: è alla sesta presenza consecutiva, non può nulla sulla rete di Lasagna. Nella ripresa è praticamente inoperoso, anche quando viene graziato dal palo che blocca Fofana. Nella ripresa sbaglia un’uscita alta che poteva costare una rete.

Toloi 7: si perde Lasagna nel pari bianconero. A stretto dialogo con de Roon quando decide di spingersi in avanti. Suo l’assist che porta Zapata a concludere a rete. Tenta la ‘brasilianata’ con un tocco d’esterno senza fortuna.

Palomino 6,5: come Toloi, non legge bene la sortita offensiva dei padroni di casa che pareggiano con Lasagna, non arriva a bloccare l’attaccante della Nazionale. Ma poi cresce tanto, nel corso della gara.

Masiello 6,5: parte bene e con autorità, ma in occasione del pareggio friulano si lascia sfuggire D’Alessandro. Prova anche qualche assist di fino, dialoga con i compagni da vero leader, e sfiora di testa la rete dell’uno a tre. Ammonizione evitabile ad un quarto d’ora dalla fine.

Hateboer 7: spesso e volentieri chiede il ‘dai e vai’ ai compagni, sulla fascia, ma non sempre è fortunato nel ricevere il pallone di ritorno. Ma corre, e tanto: la corsa viene premiata con l’assist per Zapata.

de Roon 7: ripiega spesso in zona arretrata, sostituendo Toloi quando il brasiliano decide di attaccare. Il furetto nerazzurro, sempre presente quando l’azione lo richiede: instancabile, oltre che intelligente.

Freuler 6,5: su di lui piomba l’ombra del VAR, ma il tocco di braccio è involontario e non costa il penalty. Più utile quando gli avversari ripartono.

Gosens 6,5: attivissimo sia in fase di spinta che in copertura, utile come pochi. Gasperini lo richiama per Castagne, quando capisce che non ne ha più. (77′ Castagne sv)

Gomez 6,5: il Papu è ovunque, tutte le azioni offensive partono da lui. Ma non riesce a districarsi delle attente marcature dell’Udinese, che spesso raddoppiano. Si dispera per le continue ribattute sulle conclusioni da lui tentate, da lontano.

Rigoni 6: uno dei più attivi della prima frazione, con qualche gioco di fino manda in bambola i difensori casalinghi. Ma cala col passare dei minuti. (58′ Barrow 6: Gasperini lo manda in campo per cambiare la partita. In un certo senso è così, visto che la rete del nuovo vantaggio è viziata da una sua giocata in area di rigore, poi fortuitamente il pallone arriva al compagno che insacca. Sbaglia una rete già fatta nei minuti finali)

Zapata 9: ha il merito di sbloccare la gara dopo pochi secondi, la ‘legge dell’ex’ non perdona come contro il Napoli. Poi la difesa friulana prende le misure, ma è implacabile quando riporta in vantaggio i suoi. Da solo impegna tutta la difesa avversaria, probabilmente la sua migliore prestazione da quando è in nerazzurro, sancita dalla terza rete in contropiede.

Gasperini 7: si arrabbia tanto quando D’Alessandro trova il pertugio giusto e serve Lasagna, indisturbato, per il pari. Nella ripresa si gioca la carta della velocità con Barrow: i fatti gli danno ragione, la manovra offensiva è ravvivata dalla sua presenza e manda al tappeto l’Udinese.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche