Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Album dei ricordi – Tre vittorie e quattro pareggi nelle ultime sette uscite a Genova

Tradizione favorevole per l’Atalanta che non perde in casa del Genoa dalla stagione 2009/2010 e che si è imposta negli tre match più recenti

Nonostante una tradizione favorevole negli ultimi incroci – quattro pareggi e tre vittorie nerazzurre nelle sette sfide più recenti – il bilancio dei match fra Genoa e Atalanta disputati in Liguria vede in vantaggio il Grifone con 22 successi contro i 9 della Dea e 13 pareggi, con 55 reti a favore dei genoani e 43 degli orobici.

BOMBER. Non c’è un capocannoniere unico e nemmeno un calciatore con un elevato bottino. Bensì a guidare la graduatoria con 3 reti c’è un quartetto composto dagli argentini Papu Gomez e Maxi Moralez per il fronte atalantino, e da Giorgio Dal Monte e Tomas Skuhravy per quello genoano.

LE ULTIME TRE VITTORIE. I tre precedenti più recenti affermano che la Dea ha sempre vinto: 1-2 nel 2015/16 con Reja, 0-5 nel 2016/17 e 1-2 nel 2017/18 con Gasperini. Nella sfida più lontana – con Gasp alla guida del Genoa – accade tutto nella ripresa con D’Alessandro e Kurtic a firmare il successo inframezzato dal momentaneo 1-1 di Pavoletti. Nella stagione successiva arriva la manita con la tripletta di Gomez e i gol di Conti e Caldara, mentre nello scorso campionato i nerazzurri ribaltarono con Ilicic e Masiello l’iniziale vantaggio rossoblù firmato da Bertolacci.

IL TRIS IN B E L’ESONERO DI DONADONI. Seppur in cadetteria, si ricorda sempre volentieri lo 0-3 con cui l’Atalanta supera il Genoa nella stagione 2003/2004 con Mandorlini alla guida della Dea. Una doppietta di Pinardi (13’ e 26’) fissa già lo 0-2 dopo meno di mezz’ora, con la terza marcatura, siglata da Igor Budan, che perviene già al 38’. Da segnalare che quella battuta d’arresto costò la panchina a Roberto Donadoni, ai tempi tecnico del Genoa.

IL SUCCESSO DEL 91/92. Un’altra affermazione arriva all’inizio degli anni novanta contro il Genoa di Bagnoli – che schierava giocatori come Branco, Signorini, Eranio, Skuhravy e Aguilera – con l’Atalanta di Giorgi abile ad espugnare Marassi grazie alle reti di Carlos Bianchezi (62’) e Claudio Caniggia (90’).

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

La voce dei tifosi: a gennaio almeno 4 dovrebbero salutare

Ultimo commento: "Gran Bazar Atalanta !!! Qui si vende tutto ! Ecco la Politica di rafforzamento di Pagliuca !&"
Brescia-atalanta

Sondaggio a risposta secca: a Gasperini pieni poteri sul mercato, sì o no?

Ultimo commento: "Sembra che molti si siano dimenticati quali siano stati gli acquisti pretesi da Gasperini: Musso (dopo aver fatto fuori gollini, dato via gratis,..."

Gasperini e la rosa troppo lunga: chi deve levare le tende a gennaio?

Ultimo commento: "Boga via perché perde mille palloni e non ne recupera uno. Dannosissimo per l'Atalanta tenere un giocatore così vanifica il lavoro di costruzione..."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Ma quale Gomez,questo boga corre corre e nulla più alza so' la crapa e arda doe te ndet besot"

Altro da Rubriche