Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Esclusive

ESCLUSIVA – Porrini: “In che giocatore mi rivedo oggi? Mancini”

porrini

Il doppio ex di Atalanta e Juventus si è raccontato in esclusiva a CalcioAtalanta in vista del match in programma mercoledì pomeriggio a Bergamo

Sergio Porrini ha lasciato un grande ricordo con la maglia nerazzurra, collezionando 100 presenze e 3 reti complessive dal 1989 al 1993. Oggi allena la formazione bergamasca del Ciserano, in Serie D, con l’obiettivo di conquistare una salvezza difficile, ma stimolante: nelle tre uscite finora con la squadra, dopo essere subentrato all’esonerato Dossena, ha strappato 7 punti, frutto di 2 vittorie ed 1 pareggio. La strada è quella giusta. Mercoledì vivrà da grande ex la sfida tra Atalanta e Juventus, che secondo il suo parere non è affatto scontata: “La Dea deve crederci, nel calcio tutto è possibile. Soprattutto a Bergamo, con le big del campionato, i nerazzurri hanno sempre avuto un rendimento eccezionale, la Juventus lo sa benissimo e non darà nulla per scontato”.

EFFETTO GASP“Gran parte del merito del gioco esemplare della Dea va certamente attribuito all’allenatore Gasperini: ha sempre dimostrato di adattare il modulo agli uomini a disposizione, dando fiducia ai giovani e portando l’Atalanta in Europa League. La società con lui ha fatto un grande colpo”.

OBIETTIVI DEA. “A mio avviso la squadra e la società non devono porsi troppi limiti. Sognare una nuova qualificazione europea è lecito. Ci sono i giocatori e i dirigenti per fare bene, anche se il presidente tiene giustamente i piedi per terra”.

MANCINI. “In che giocatore mi rivedo nell’Atalanta attuale? Mancini, più di tutti. E’ giovane, ma di sicuro affidamento. Il futuro è dalla sua parte”.

CISERANO. “Ho scelto di rimettermi in gioco in Serie D con il Ciserano, perché credo fortemente nella salvezza. Quando sono arrivato ho trovato un ambiente quasi preoccupato della situazione, il mio compito prima di tutto è stato quello di riportare fiducia. Speriamo di poterci togliere delle soddisfazioni nel girone di ritorno”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Esclusive