Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

De Zerbi: “Abbiamo sofferto una squadra forte e in salute”

De Zerbi

Il tecnico neroverde non si nasconde e si prende la colpa della pesante disfatta, sottolineando la forza della Dea messa in campo a Reggio Emilia

L’allenatore del Sassuolo Roberto De Zerbi appare amareggiato al termine del match, come riporta TuttoSassuoloCalcio.com, per la sconfitta sonora subita dai suoi contro l’Atalanta, che hanno sofferto tatticamente e tecnicamente la squadra orobica.

DEA FORTE.Abbiamo sofferto, punto, abbiamo sofferto una squadra forte, che è in salute e quando sta bene fa soffrire tutti. Nonostante la sofferenze, abbiamo avuto noi la palla gol sullo 0-0 con Matri, la palla dell’1-1 con Matri e sul 3-2 abbiamo avuto due occasioni del 3-3 con Rogerio e De Francesco. Questo non per togliere meriti all’Atalanta e per diminuire il demerito nostro che c’è. Dà fastidio aver preso gli ultimi due gol perchè il 6-2 è pesante, ci deve spostare il perdere 4-2 o 6-2, non si può perdere le testa”.

BERARDI&DIFRANCESCO.“A Roma ho cambiato tanto perchè pensavo potesse esserci qualche ripercussione. Marlon, che le ha giocate tutte e tre, insieme a Berardi, si è stirato. Domenico oggi era meno brillante rispetto alle ultime 10 partite, per Federico è più una questione mentale, deve rischiare di più, avere più fiducia in sé stesso, perchè può fare molto di più”.

EUROPA LEAGUE.Io sono sempre ambizioso ma lo dicevo quando vincevamo che non era il tempo di fissare un obiettivo e continuo su quella strada, tenere il passo delle squadre che ci stanno vicino per 38 partite è difficile, sul piano fisico e della qualità. Oggi noi eravamo senza i centrali titolari, senza togliere niente a chi era in campo, e questo influisce, poi non si deve perdere 6-2 comunque. Poi mi prendo sempre la colpa, perchè lo penso”.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News