Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Percassi-Gasperini, un binomio destinato a scrivere la storia dell’Atalanta

percassi-gasperini atalanta

La famiglia proprietaria del club investe e ha piena fiducia in un tecnico che continua a registrare record su record

Sognare non costa nulla. Lo abbiamo detto e ripetuto più volte, l’Atalanta non deve porre limiti alla provvidenza. Deve rimanere concentrata e fare un passo alla volta, ripercorrendo un po’ quanto fatto dalla famiglia Percassi una volta tornata al vertice della società: prima il ritorno A, poi una serie di stagioni di consolidamento, poi la scelta di Gian Piero Gasperini per provare ad alzare un po’ la qualità e il livello del club. Elementi cresciuti esponenzialmente grazie al lavoro di una famiglia che ha dimostrato di saper gestire la società dando pieni poteri al tecnico di Grugliasco per quando concerne il lavoro sul campo.

RECORD IN SUCCESSIONE. Una fiducia reciproca che ha portato l’Atalanta a riscrivere numerosi primati. Al primo anno, nonostante un pessimo avvio, arrivarono il quarto posto con record di punti (72) e 21 vittorie, sei delle quali ottenute consecutivamente andando così ad eguagliare la serie ottenuta qualche anno prima da Stefano Colantuono. Alla quarta piazza della prima stagione, fa seguito un settimo, ma successivamente firma il più largo successo esterno di una formazione italiana in campo europeo, grazie allo 0-8 al Sarajevo nel turno preliminare di Europa League. E al terzo campionato con l’Atalanta si toglie la soddisfazione di chiudere il girone d’andata con 39 fatti (miglior attacco della Serie A) abbattendo un primato (36) che resisteva dagli anni quaranta.

LA CLASSIFICA. Con la vittoria sul campo del Sassuolo, l’Atalanta arriva al giro di boa con 28 punti, occupando l’ottava posizione. Ma il sogno europeo continua ad essere sempre molto vicino: zona Champions distante quattro lunghezze (Lazio, 32) e zona Europa League solamente due (Roma, 30). Pertanto, dopo qualche giorno di riposo, ripartirà la preparazione in vista dell’impegno di Coppa Italia e successivamente per la ripresa del campionato.

ILICIC, TRIPLETTA O NIENTE. Quest’anno sembra proprio andar così, con lo sloveno che non si vuole accontentare. Dopo il tris rifilato al Chievo è arrivato quello al Sassuolo con un Ilicic capace di realizzare solo tre gol per volta. Per il resto l’Atalanta è tornata a sfoderare anche la propria forza sulle palle inattive in attacco, con la prima rete di Zapata siglata da un calcio di punizione di Gomez e l’1-3 di Mancini concretizzato dopo il classico schema da calcio d’angolo con sponda di Palomino dal secondo palo. Che altro dire, bene così!

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

La voce dei tifosi: a gennaio almeno 4 dovrebbero salutare

Ultimo commento: "Gran Bazar Atalanta !!! Qui si vende tutto ! Ecco la Politica di rafforzamento di Pagliuca !&"
Brescia-atalanta

Sondaggio a risposta secca: a Gasperini pieni poteri sul mercato, sì o no?

Ultimo commento: "Sembra che molti si siano dimenticati quali siano stati gli acquisti pretesi da Gasperini: Musso (dopo aver fatto fuori gollini, dato via gratis,..."

Gasperini e la rosa troppo lunga: chi deve levare le tende a gennaio?

Ultimo commento: "Boga via perché perde mille palloni e non ne recupera uno. Dannosissimo per l'Atalanta tenere un giocatore così vanifica il lavoro di costruzione..."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Ma quale Gomez,questo boga corre corre e nulla più alza so' la crapa e arda doe te ndet besot"

Altro da Approfondimenti