Resta in contatto

News

Candeline anche per Consonni, l’idolo di Sabbio

Spegne 53 candeline il centrocampista dai piedi buoni: una carriera in tono minore e meteora in nerazzurro, ma anche 5 partite nella cavalcata in Coppa delle Coppe

Il vanto di Sabbio di Dalmine, nella sua trentina di presenze a spezzoni nell’Atalanta. Anche se un sesto esatto delle medesime è stato decisamente ben speso. Perché Gian Mario Consonni, il terzo dei festeggiati nerazzurri del 16 gennaio, 53 candeline proprio oggi, le ha fatte nella cavalcata in Coppa delle Coppe, quella delle semifinali col Malines, mentre la squadra del primissimo Emiliano Mondonico stava risalendo dalla serie B.

SABBIO CRISTALLINA. Consonni comincia sedicenne nella Coppa Italia di serie C sotto Ottavio Bianchi, quindi l’esordio in A contro il Milan nell’1-1 del 27 aprile 1986 (allenatore Nedo Sonetti) da sostituto di Boldini negli ultimi venti minuti e il 1987/88 da 20 apparizioni con 2 reti in campionato e 5 in Europa. Lontano da casa, B e C assortite: Lucchese, Venezia, Monza, Barletta, Ternana, Modena, Spal, Como, Novara e AlbinoLeffe (2000). Un centrocampista dalla tecnica cristallina che avrebbe meritato ben di più. Tanti auguri.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News