Resta in contatto

Approfondimenti

Vi preghiamo: non svegliateci da questo bellissimo sogno

Il 3-0 rifilato alla Juventus arriva dopo una prestazione di livello. E tutta Bergamo continua a sognare in grande, dopo una notte insonne per l’adrenalina a mille

Per molti tifosi atalantini è stato praticamente impossibile prender sonno ieri sera dopo la grande affermazione contro la Juventus. La carica di adrenalina sprigionata prima, durante e dopo la vittoria sulla squadra di Allegri era presente nei corpi di molti sostenitori nerazzurri ancora diverse ore dopo il triplice fischio del signor Pasqua. Del resto da qualche tempo a Bergamo si respira l’aria delle grandi imprese e lo scalpo della Vecchia Signora, l’unico ancora assente nella bacheca di Gasperini da allenatore dell’Atalanta, ha reso il tutto memorabile con l’intera piazza che ora sogna in grande.

SOGNI D’EUROPA. La classifica della Serie A recita che la Dea è sempre vicinissima al quarto posto che significherebbe Champions League e la vittoria di ieri sera afferma che in Coppa Italia c’è la semifinale con la Fiorentina, un’avversaria ampiamente alla portata anche dopo i sette schiaffi rifilati alla Roma. Ma di questo se ne riparlerà fra circa un mese in quanto ora l’attenzione si sposterà inevitabilmente sulla gara di lunedì a Cagliari, match nel quale i nerazzurri dovranno scendere in campo con la stessa concentrazione di ieri, senza sottovalutare una rivale che in passato ha già fatto male.

LE ZAMPATE DI ZAPATA. E Duván? Per Zapata abbiamo utilizzato tutti gli aggettivi possibili, dovremmo chiamare l’Accademia della Crusca per coniarne dei nuovi. Ma ieri tutti hanno dato il massimo, fornendo la prestazione da 110 e lode, come ama definirla Gasperini. Ma ci sono due giocatori che più di altri vogliamo citare e sono Timothy Castagne e Berat Djimsiti. L’esterno belga sembrava messo in disparte, pareva destinato alla cessione al Celtic e invece Gasp lo sta utilizzando con continuità e successo, mentre il centrale difensivo albanese, che in estate è stato sulla lista dei partenti fino alle ultime ore di mercato, ha scalato le gerarchie e si è guadagnato un posto da titolare.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti