Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

ESCLUSIVA – Carlo Pellegatti: “Famiglia Percassi garanzia per Bergamo”

carlo pellegatti

La storica voce del Milan spiega come sono i cambiati i rossoneri con gli innesti di Piatek e Paqueta e prova ad analizzare la sfida di sabato

Mancano ormai 48 ore al fischio d’inizio di Atalanta-Milan, big match del prossimo turno di campionato che vedrà opposte rispettivamente quinta e quarta forza delle Serie A, divise solamente da un punto. E a parlarci della grande sfida, la storica voce milanista Carlo Pellegatti si è concessa in esclusiva a CalcioAtalanta.it.

Pellegatti, Atalanta-Milan può essere definito uno scontro Champions League?
“No per il semplice motivo che il campionato non si chiuderà fra una o due giornate. All’appello ne mancano ancora moltissime: se dovesse andar male a una delle due, o si concludesse in parità, entrambe rischierebbero il sorpasso di Lazio e Roma, ma rimarrebbero ancora tutte lì vicine e con l’occasione di controsorpassare le romane già nella giornata successiva quando il Milan affronterà l’Empoli e l’Atalanta andrà a Torino. A mio avviso rimane comunque un duello importante più sul piano psicologico che su quello della classifica”.

Quanto è cambiato il Milan con gli inserimenti di Piatek e Paqueta?
“E’ andata ad aggiungersi della qualità. In una squadra già ben organizzata da Gattuso sono arrivati due giocatori importanti: Piatek ha dimostrato di essere vivo e determinato, caratteristiche che mancavano a Higuain, mentre Paqueta ha portato quella qualità venuta a mancare con l’infortunio di Bonaventura”.

Che partita si aspetta?
“Prevedo una gara attenta su ambo i fronti. I nerazzurri si ricordano ancora lo 0-3 dopo i primi quaranta minuti con la Roma e sa di essere andata in svantaggio nei minuti iniziali delle ultime uscite. Il Milan invece sa benissimo che va a giocare su un campo difficile contro una squadra che, quanto esibisce prove come quella contro l’Inter, rende la vita difficile a tutti”.

Infine secondo lei l’Atalanta è ormai una realtà consolidata o passeggera?
“Penso che ormai sia una realtà assodata. Con tutto il bene che posso volere a Gian Piero Gasperini e a tutti i giocatori, credo che la differenza la faccia la società. In questo senso a Bergamo c’è la famiglia Percassi che lavora con strategie da intenditori. Allenatori e giocatori passano, ma sono convinto che la famiglia Percassi sia una garanzia per Bergamo e l’Atalanta”.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche