Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Persa una battaglia, ma la guerra per l’Europa è viva

I bergamaschi non sono riusciti a sorpassare il Milan in zona Champions, ma mal che vada lunedì sera saranno ancora in Europa League

Quarto posto fallito insieme al sorpasso al Milan? Niente panico: anche nella peggiore delle ipotesi, ovvero le due romane a scavalcarla, l’Atalanta chiuderebbe comunque settima la quinta giornata di ritorno della serie A rimanendo sempre in scia quantomeno per l’Europa League. Nessun dramma, la tesi di stamani de L’Eco di Bergamo in sede di commento a bocce ferme.

MILAN, DA CROCEVIA A PENA. Nelle ultime due stagioni, vista la collocazione verso fine campionato, la sfida ai rossoneri aveva significato la certezza della qualificazione alla sorella minore delle coppe europee. Stavolta, invece, ha visto dilatare da 1 a 4 punti (42 a 38) il gap con la quarta grande della massima serie. Sogno Champions sfumato, ma niente di compromesso.

IL TERZO DECISIVO. Mancano ancora 14 partite al gong, quasi un terzo di stagione. Il dato è lo stop alla scalata a una classifica comunque abbastanza corta, al culmine di una prestazione meno brillante del solito. E dire che al quarantacinquesimo, al netto quindi del pari di Piatek nel recupero del primo tempo, i nerazzurri erano virtualmente quarti con più 2 sul Diavolo e 3 su Roma e Lazio (con una partita in meno ciascuna).

LE RIVALI DI ROMA. Genoa-Lazio oggi, Roma-Bologna domani: tutte e due potrebbero dare un colpetto d’acceleratore per lasciare dietro la Dea. Dietro, Torino (meno 4), Sampdoria (5) e Fiorentina (da affrontare il 27 nella semifinale di andata di Coppa Italia) potranno al massimo ridurre le distanze. Ma le tre concorrenti, attese nelle prossime giornate (coi blucerchiati in coda) giocano rispettivamente a Napoli, in casa dell’Inter e al “Mazza” con la Spal.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News