Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Remo Freuler, 115 gare e un record ancora da eguagliare

Lo svizzero si è guadagnato il campo col sudore della fronte e da quando è titolare stabile ha iniziato a segnare e crossare con una certa continuità

‘La maglia sudata sempre’ è quanto scritto all’interno del colletto delle divise nerazzurre. Un motto e anche un monito, ma per qualcuno è ormai scontato. Tra quei ‘qualcuno’ si inserisce sicuramente Remo Freuler, lo svizzero classe 1992 titolare imprescindibile nelle gerarchie di Gasperini.

PRESENZE DI SACRIFICIO. Uno che corre, tantissimo anche, e a detta di de Roon più dello stesso olandese. Uno che a Bergamo ha imparato l’italiano e si è conquistato un posto nella Nazionale del suo Paese. Se ieri Gasperini è arrivato a 100 match con la Dea, Freuler ha festeggiato le sue 115 presenze. Un numero importante, condito anche da un gol agognato: da settimane lo svizzero cercava gli inserimenti in area piccola. E non è una novità per lui la firma delle reti ospiti: quattordici reti e tredici assist è il bottino che ha totalizzato in tre anni a Bergamo. Sì, perché la sua prima partita risale proprio al 7 febbraio del 2016, contro l’Empoli.

CINQUINE. Arrivò insieme a Djismiti ma, a dispetto del difensore, lui restò sempre in terra orobica. All’inizio vedeva il campo dalla tribuna – e ne soffriva – ma dal 21 settembre 2016, a dieci giorni dalla salita all’Olimpo della Dea, Freuler ha trovato la continuità. Cinque gol nella stagione 2016/2017, altri cinque gol la scorsa. Quest’anno lo svizzero si è presentato per due volte puntuale all’appuntamento con la rete: contro l’Empoli e il Milan. Per eguagliare per la terza volta il suo record, dovrà esultare altre tre volte.

PAROLE SAGGE. Le statistiche dicono che intorno al suo compleanno – 15 aprile – sia particolarmente ispirato: il 24 dello stesso mese la Dea avrà il ritorno di semifinale di Coppa Italia, quindi è di buon auspicio. Oltre a una pedina più che valida in campo però, l’atalanta con Freuler ha trovato anche un leader  sicuro, che ieri ha più volte ribadito al termine della gara: “Non abbiamo perso la fiducia e ci rialzeremo”. A cominciare da Torino, dove Freuler centra la sua 116esima presenza e cerca il terzo gol stagionale.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti