Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Rolando Bianchi: “Nessuno gioca come l’Atalanta, Champions? Perché no”

bianchi

Il doppio ex della sfida col Torino: “Gasperini è un tecnico che mi fa impazzire. Prima si pensava solo alla salvezza, grazie a lui si punta sempre più in alto”

Non è mica facile scegliere da che parte stare sabato quando sei cresciuto calcisticamente all’Atalanta ma hai collezionato 179 presenze e 77 gol con la maglia del Torino. È il caso di Rolando Bianchi, doppio ex di turno e spettatore interessato di questa sfida che dirà molto sulle prospettive future delle due squadre: “Dal 1993 al 2004, sono cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta fino all’esordio in A. I nerazzurri li ho nel cuore, come il Toro che mi ha dato tanto. Un pronostico? Dura rispondere. Di fronte ci saranno due squadre diverse. I granata stanno facendo bene anche grazie al lavoro di Mazzarri. Lo conosco bene: sbaglia pochissimo e legge perfettamente i 90’. Con lui l’Europa non è impossibile. E la rosa ha ottime individualità: penso anche a Sirigu, non è un caso che la difesa sia una delle meno battute“.

Da un attaccante con tanti gol in carriera ci si aspetta un parere soprattutto sulla super sfida BelottiZapata: “Mi piacciono entrambi. Al momento, la differenza consiste nei numeri. Andrea, 7 gol, vive un periodo particolare, ma sarebbe un miracolo chiudere ogni campionato a quota 25-30. Il lavoro della punta va oltre la porta, lui dà l’anima e con Mazzarri tornerà quello che tutti conoscono – ha detto a La Gazzetta dello Sport -. Duvan ha un fisico stratosferico, fa reparto da solo. Il suo rendimento non mi sorprende, è sempre stato forte. A Bergamo ha trovato l’ambiente ideale per esplodere, grazie anche a Gomez e Ilicic”.

L’Atalanta può e deve puntare all’Europa, magari anche alla Champions: “In Italia nessuno gioca così bene: aggressiva davanti, propositiva e quante occasioni da gol. Merito soprattutto di Gasperini, tecnico che mi fa impazzire. Prima si pensava solo alla salvezza, grazie a lui si punta sempre più in alto. E per una attaccante non esiste posto migliore per far bene. Champions League? Juve e Napoli a parte, nessuno ammazza la partita. Roma e Lazio non sono superiori, forse solo il Milan ha qualcosa in più. L’Atalanta può sognare“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News