Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Mazzarri: “Affrontiamo una grande squadra, ma non è una sfida decisiva”

L’allenatore del Torino presenta in conferenza stampa la sfida di domani contro l’Atalanta

“L’Atalanta è una realtà importante ormai da qualche anno, da quando è arrivato Gasperini a Bergamo. Quest’anno ha avuto un momento di flessione a cavallo dell’eliminazione in Europa, altrimenti chissà dove sarebbero, con le primissime. Giocano bene, a memoria, grazie ad un grande allenatore che ha dato un’impronta ben definita da tempo”. Parole al miele, quelle di Walter Mazzarri, per l’Atalanta e per Gasperini, direttamente dalla sala stampa dello Stadio “Olimpico” di Torino, nel corso della conferenza stampa pre-partita.

“I propri giocatori vanno a mille e pressano bene, sono una squadra forte. Hanno avuto un incidente di percorso con il Milan, ma ogni partita vive di episodi. La squadra resta in formissima, per sperare di fare risultato il Torino dovrà fare una grande gara – prosegue Mazzarri – Parliamo sempre della nostra difesa e che non prendiamo gol, non ne parliamo più. Sono scaramantico (ride, ndr). L’importante è farne uno in più degli altri”.

Torino-Atalanta sarà decisiva per la rincorsa all’Europa. Il pensiero di Mazzarri è chiaro: “Sfida diretta? Ma l’ha detto davvero, Gasperini? Ancora abbiamo tante partite da giocare, col calendario che abbiamo tutti non penso che sia uno spareggio, anche perchè la classifica dice che se li vinciamo li raggiungiamo. Ma se perdiamo, è vero che andiamo a meno sei, ma ci sono tante partite da giocare. Chiaramente è una partita importante, l’avevo già detto anch’io”. “Djidji dovrebbe tornare a disposizione già la prossima settimana, sta effettuando dei controlli”.

Il tecnico del Torino torna poi a parlare di Gasperini: “Qualche volta anche lui ha avuto degli incidenti di percorso, ma non è stata colpa sua. Anche lui, come me. All’Atalanta lo stanno facendo lavorare, e sta dimostrando grandi cose. Anche io sono simile a lui, se a Torino vogliamo fare bene avendo dei parametri economici diversi dalle primissime bisogna fare come loro. Anche il nostro stadio spero prenda esempio da quello dell’Atalanta, i tifosi devono spingerci a fare il meglio”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News