Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Gasperini amaro: “La testa alla Fiorentina ha pesato”

Il tecnico nerazzurro soddisfatto a metà: “Primo tempo buono, risultato bugiardo. Ma indubbiamente alla lunga l’idea della semifinale vicina ci ha frenati”

“Bene nel primo tempo, dove però alla fine abbiamo preso uno dei tanti gol evitabili di questo periodo. Nel secondo sono mancate lucidità ed energie: qui ha pesato l’idea della semifinale ravvicinata di Coppa Italia con la Fiorentina”. A bocce ferme, Gian Piero Gasperini abbozza una sintesi dei perché la sua Atalanta abbia steccato in casa del Torino nello scontro diretto in quota Europa League, con aggancio a 38 in classifica.

TESTA ALLA COPPA. “Coi viola mercoledì sarà importante, anche perché poi abbiamo due mesi in cui ributtarci anima e corpo nel campionato. Ho molta fiducia che in quelle 13 partite torneremo a essere più concentrati e forti di quanto non siamo stati oggi”.

UNA DEA POCO IN TIRO. “Abbiamo tirato qualche volta da pochi metri con Mancini, Castagne e Zapata, ma altre volte abbastanza male. Credo sia la prima partita dopo tantissime in cui non siamo andati a segno: alcune occasioni molto favorevoli non sono state sfruttate”.

PALLE INATTIVE CHOC. “Sulle palle inattive e all’inizio della ripresa si sono riprodotte situazioni sfavorevoli. Due infortuni che alla fine mettono sotto una cattiva luce l’intera prestazione, ma non ricordo pericoli particolari del Toro. Il risultato del primo tempo era sicuramente bugiardo”.

UN TORO CON LE CORNA. “Il Torino è stato bravo a giocare la sua gara e a vincerla. Si tratta di una delle squadre al cui livello possiamo giocarcela. Ripeto: abbiamo tempo e modo di riscattare risultati negativi come questo, anche perché fino ad aprile poi di Coppa Italia non si riparlerà”.

SODDISFATTO. “Mi ha soddisfatto la prova di Mancini e Djimsiti dietro, anche del centrocampo sono contento. Ilicic è stata una spina nel fianco per i granata, ma ha difettato nelle conclusioni”.

ACCIACCHI E CAMBI. “Sull’infortunio di Gosens ho fatto entrare Kulusevski, un ragazzo da far crescere. Castagne alto, mancando Gomez, era una delle soluzioni naturali. Peccato per Robin, dovrà star fuori qualche settimana”.

IL DUBBIO PAPU. “Ilicic ha preso una botta negli ultimi minuti, mentre Gomez lamenta la difficoltà a scattare. Il flessore sinistro gli dà problemi, anche se da risonanze ed ecografie non risulta alcunché di grave. La speranza è che possa recuperare presto”.

17 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

17 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News