Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Arrivano le testimonianze degli autisti, il titolare blocca il servizio

tifosi

Le testimonianze di due autisti dei pullman coinvolti, uno di loro è il titolare dell’azienda

L’edizione odierna de ‘L’Eco di Bergamo‘ analizza nuovamente i fatti accaduti la notte tra mercoledì e giovedì nei pressi del casello di Firenze Sud, a seguito della semifinale d’andata di Coppa Italia Fiorentina-Atalanta. A parlare sono i due conducenti dei pullman coinvolti, Otello Lafalce (alla guida del primo pullman) e del datore di lavoro Massimiliano Dieni, titolare della Travel World di Pioltello oltre che conducente del secondo bus.

Entrambi escludono che che siano stati gli atalantini a imporre lo stop ai pullman e, di conseguenza, che avessero intenzione di scontrarsi con le forze dell’ordine: “Procedevamo sulla tangenziale dietro a un’auto della polizia, che pilotava la colonna – racconta Lafalce, autista del primo bus -. A un certo punto siamo stati affiancati da un furgone Ducato della polizia. […] Pochi attimi dopo, l’auto della polizia che ci precedeva ha rallentato bruscamente, tanto che quasi la tampono. Dal furgone sono scesi i celerini che sono corsi verso di noi. […] Hanno scardinato la porta. Poi sono saliti due poliziotti ed è iniziata la mattanza. Picchiavano coi manganelli. […] Mi vergogno di pagare le tasse per vedere questi comportamenti da parte delle forze dell’ordine”.

Massimiliano Dieni, autista del secondo bus: “Alcuni ragazzi che erano al piano inferiore del bus sono scesi per cercare di dare aiuto ai tifosi del primo pullman. Ma alcuni poliziotti li hanno ricacciati sul bus a suon di manganellate. Siamo stati fermi una ventina di minuti. Vedevamo i colpi di manganello sul pullman davanti e anche nei pressi delle porte. […] “Fermati”, mi ha urlato un poliziotto che ha sferrato un colpo di manganello sul parabrezza, crepandolo.  Sono arrivati altri agenti in assetto anti-sommossa. Sono saliti per i controlli, ma non hanno colpito nessuno”.

Intanto, arriva la decisione da parte di Dieni, penalizzante per la tifoseria organizzata: “Dopo quello che è successo preferisco non fare più servizi per i tifosi, anche se non è colpa loro. […] Ho 20 mila euro di danni, di cui 8.000 solo al primo pullman. Consulterò un legale per eventuali risarcimenti“.

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News